Fornaroli escluso dall\'omaggio ai fotografi del Musinf, è polemica

fotografia 2' di lettura Senigallia 19/08/2008 - Chiediamo ospitalità agli organi di informazione per segnalare una inspiegabile e grave omissione. Il 13 agosto tutta la stampa locale ne ha parlato. Da Stefano Schiavoni, per il Musif, sono stati presentati i migliori fotografi Senigalliesi presenti alla mostra fotografie della raccolta civica del Musinf ; non compare, e da quì la omissine, il fotografo Paolo Fornaroli, che non è stato neanche contattato dai promotori dell’iniziativa.

 
 

Questa Associazione regolarmente e pubblicamente accreditata, ritiene di dover segnalare quanto accaduto a tutela del proprio associato, il Fotografo Paolo Fornaroli, ma anche per colmare un evidente vuoto di informazione; non sappiamo come possa essere accaduto ne da chi sia dipeso. La “storia e le prospettive attuali della fotografia a Senigallia”, che la Raccolta del Musinf si propone di pronuovere, riteniamo non possa prescindere dal contributo forte e dal percorso artistico e professionale del nostro associato, che ha portato lustro alla nostra Città, certamente non da meno rispetto ai suoi colleghi presentati dallo stesso Musif; basti ricordare i riconoscimenti di alto livello ed il suo ragguardevole curriculum.

Settembre 2000 1° Premio alla XV Edizione del Concorso Fotografico Nazionale \"Mario Carafoli\" - Città di Corinaldo (AN) e il 1° Premio, nella sezione Portfolio, dell\'VIII Concorso Nazionale di Lumezzane di Pieve (BS). 2001 vincitore, al XIV Concorso Fotografico Nazionale \"PREMIO VERONA 2001\"; 2° Premio al XXVIII Concorso Fotografico Nazionale di Osimo (AN); un estratto del lavoro su \"Sydney - Australia\" viene pubblicato da PHOTO edizione italiana nel numero di gennaio e da \"IL FOTOAMATORE\", mensile fotografico a cura della FIAF, nel numero di giugno. 2002 . 1° Premio al X Concorso Fotografico Nazionale \"Città di Cesenatico\"; 2° premio al Concorso Nazionale di Lecce; 2° premio al Circuito del Ponente Ligure con segnalazione al PREMIO DI FOTOGRAFIA \"Aldo Nascimben\" di Treviso; 2008: mostra collettiva Palazzo dei Congressi di Iesi + pubblicazione monografica FIAF n.68 “La scuola dei Maestri” – Direttore della fotografia per Cicconi Massi in cortometraggi trasmessi da Mediaset, Tele+ e Rai.- Fondatore della Associazione “Ottobre Film” unitamente al collaboratore di sempre Lorenzo Cicconi Massi che ci onoriamo di avere tra i nostri talentosi associati.

Appare superfluo aggiungere altro; solo una domanda poniamo alla organizzazione della encomiabile iniziativa: perchè tutto questo è accaduto ?! Occorre proporsi per simili iniziative o è invece necessario sapere prima di organizzare ?!!


da Associazione culturale Ottobre Film




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 19 agosto 2008 - 6328 letture

In questo articolo si parla di attualità, Ottobre film


Peggio per lui. Così impara a non dare il voto alla persona giusta!

prima repubblica

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Il requisito fondamentale è essere culo e camicia con comunisti ed ex comunisti.<br />
<br />
Evidentemente il vostro Fornaroli non ha questi contatti \"giusti\".

Domanda al Sig. Tonini Bossi:<br />
Paolo Fornaroli ha donato delle sue opere al museo in passato? Ovvero, il museo aveva a disposizione sue fotografie da esporre durante la mostra che - come lei dice - non sono state scelte?<br />
Questo mi sembra importante saperlo.<br />
<br />
In ogni caso concordo con lei che sia una mancanza quella di non aver inserito le opere di questo fotografo nella mostra.<br />
<br />
Approfitto per fare una critica:<br />
perchè mettere le foto di Gianni Berengo Gardin, peraltro memmeno significative per la sua produzione? <br />
Sì, fa o faceva parte del gruppo dei fotografi del Passaggio di Frontiera... ma questi dovrebbero farcela da soli ad essere presi in considerazione come gruppo senigalliese, senza bisogno di metterci il nome di Berengo Gardin, oppure no?<br />
<br />
Mina

infatti Lorenzo Cicconi Massi è un noto comunista bolscevico come il fratello.

Io non capisco ancora con quale criterio questi commenti vengano censurati o tenuti. <br />
Fatto sta che fino a che uno come questo quì sopra fa certe affermazioni senza che nessuno gli faccia notare che è \"fuori tema\" - con il suo personale parere su Lorenzo Cicconi Massi - andate parecchio male.<br />

Il criterio è semplice: ti firmi, bene, puoi dire quello che vuoi. Non ti firmi, pazienza, leggeranno il tuo commento solo gli utenti registrati.<br />
<br />
Mi riservo eccezioni in casi di commenti anonimi particolarmente utili o in caso di commenti palesemente diffamatori o offensivi.

la frase \"Infatti Lorenzo Cicconi Massi è un noto comunista bolscevico come il fratello\" non è abbastanza forte?. NO.<br />
Ok.<br />

Il fratello, Alessandro, è il capogruppo del PdL in consiglio comunale.<br />
Mi pare evidente che la frase sia ironica.




logoEV