contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Bollino Blu: i manutentori degli impianti termici hanno incontrato Ceresoni

2' di lettura
1793
da Confartigianato Senigallia

simone ceresoni
Le Associazioni delle imprese artigiane di manutenzione ed installazione di impianti di riscaldamento CONFARTIGIANATO e CNA esprimono stupore e contrarietà per i contenuti della legge regionale recante “Disposizioni in materia di controllo degli impianti termici degli edifici” approvata nella seduta del Consiglio Regionale del 20 maggio 2008.

Tale provvedimento recentemente approvato in maniera definitiva dal Consiglio, comporta, per la riscontrabile assoluta inadeguatezza delle previsioni di finanziamento inserite nel provvedimento, il blocco delle operazioni di verifica e controllo degli impianti termici con il sostanziale azzeramento degli organi preposti alle ispezioni (che si troveranno di fronte alla prospettiva di non poter più sostenere le spese per riconfermare il personale a questo compito adibito ed ormai qualificatosi negli anni) e la totale sospensione dell’aggiornamento del catasto termico.



La legge in questione rappresenta evidentemente un passo indietro rispetto a quanto portato avanti in questi ultimi anni da Province e Comuni delegati che, anche attraverso il supporto delle attività delle imprese iscritte alle nostre organizzazioni, avevano raggiunto un livello di verifica dei dati altissimo e che ora, invece, si troveranno nell’impossibilità di garantire quanto previsto dalla normativa nazionale. Il blocco del sistema inevitabilmente porterà alla perdita di posti di lavoro e di professionalità anche all’interno delle imprese che si vedranno costrette a rivedere i loro organici. Tutte queste considerazioni hanno portato ad un incontro – svoltosi ieri sera 8 luglio presso la Sala Consiliare del Comune di Senigallia – che ha visto presenti i referenti delle due associazioni artigiane a confronto con i manutentori del territorio comunale ed il Vice Sindaco Simone Ceresoni.



Dal dibattito è emerso quanto sia indispensabile a questo punto prendere provvedimenti urgenti (e concertati con le parti) che consentano di arrivare ad una normativa capace, senza oneri gravosi, di tutelare i cittadini, la loro sicurezza, l’ambiente e di far risparmiare energia.



simone ceresoni

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 10 luglio 2008 - 1793 letture