x

In Consiglio l’autocelebrazione della maggioranza

L\'opposizione imbavagliata in Consiglio Comunale 2' di lettura Senigallia 29/06/2008 - La discussione sulla verifica dell\'attuazione del programma di questa Amministrazione che si è tenuta nell\'ultimo consiglio comunale ha dimostrato ancora una volta l\'assenza di ogni serio confronto politico e la voglia ormai stucchevole di auto-celebrazione da parte della maggioranza.

Auto-celebrazione alla quale ha preso parte anche l\'ex consigliere di opposizione Enzo Monachesi il quale, realizzando definitivamente lo strappo con i cittadini che lo hanno eletto in contrapposizione politica all\'Angeloni, si è astenuto così suffragando l\'azione di governo di questa maggioranza. Farebbe bene, a questo punto, a dimettersi e permettere a chi sarà più coerente e politicamente più serio di lui di sedere sui banchi del consiglio comunale continuando a garantire una forte azione di opposizione. D\'altronde l\'ambiguità e la contiguità con la maggioranza di Enzo Monachesi avviliscono ancora di più la politica cittadina.


Una politica in cui, peraltro, non si intravedono né progetti per la città e per il suo sviluppo, né riflessioni critiche sull\'operato di questa Giunta. Incredibile, a tal proposito, la relazione dell\'assessore Guzzonato il quale, anche dimostrando una piaggeria insolita e mielosa nei confronti del sindaco Angeloni (che Guzzonato continua a chiamare \"senatrice\") si è auto-descritto come una sorta di stratega del bilancio negando persino di aver aumentato la leva fiscale nei confronti dei cittadini (peccato che i cittadini non se ne siano accorti ma si sono accorti anzi di dover mettere mano al portafogli per pagare anche i contenziosi milionari di questo Comune malamente gestito). Nella festa auto-celebrativa in consiglio (da sottolineare che, durante gli interventi dell\'opposizione, nei banchi della Giunta era seduto solo l\'assessore Guzzonato mentre tutti gli altri si assentavano continuamente o disertavano addirittura la seduta, come se i rilievi critici non li riguardassero), come sempre, è spiccata l\'azione del garante della maggioranza Silvano Paradisi.


Il presidente sfiduciato del consiglio comunale, con il solito piglio arrogante, dopo aver permesso al sindaco di sforare il proprio intervento di 17 minuti (sic!) ha prepotentemente tolto la parola al consigliere Paradisi \"colpevole\" di aver parlato 3 minuti oltre il consentito. \"Il regolamento vale per tutti consigliere\" ha tuonato il presidente sfiduciato. Non per la signora Angeloni naturalmente (né per il capo del partito di Silvano Paradisi Stefano Schiavoni il quale ha potuto sforare l\'intervento indisturbato). Un atteggiamento che si qualifica da sé e che dimostra ancora una volta la totale inadeguatezza e inaffidabilità dell\'attuale presidente del consiglio. In assoluto la più faziosa figura istituzionale in questo ruolo delle ultime legislature.




da Coordinamento civico
Roberto Paradisi, Vincenzo Savini
Fabrizio Marcantoni, Daniele Corinaldesi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-06-2008 alle 01:01 sul giornale del 30 giugno 2008 - 1588 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, politica, fabrizio marcantoni, coordinamento civico, daniele corinaldesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/esLJ





logoEV
logoEV