Vertice Comune-Provincia: novità per palazzo Baviera, Hotel Marche e ferrovia

giunte 2' di lettura Senigallia 28/06/2008 -

La spiaggia di velluto nuovo centro di cultura e arte moderna con un museo dedicato a Mario Giacomelli. Il turismo valorizzato dai tre nuovi poli turistici mentre per le infrastrutture nel 2010 arriverà il completamento dell\'arceviese.



Sono le tematiche “calde” affrontate ieri mattina durante il vertice tra la giunta comunale e quella provinciale. Il sindaco Luana Angeloni e la presidente Patrizia Casagrande hanno siglato l\'accordo di massima sulle principali problematiche aperte che da tempo attendono una soluzione per la spiaggia di velluto. “Da oggi inizia una nuova stagione culturale per Senigallia -ha esordito il sindaco Angeloni- la nostra città è la seconda della provincia e da tempo si sta affermando per la sua effervescenza artistica e culturale. Su questa linea abbiamo chiesto alla Provincia il sostegno per proseguire la politica di recupero di edifici storici e di brani del del centro storico avviata da questa Amministrazione e che necessita ora di nuove risorse. Mi riferisco in particolare a palazzetto Baviera che dovrà diventare un museo d\'arte moderna in aggiunta alla valorizzazione della fotografia di cui, la nostra città, con Mario Giacomelli, fa scuola. In quanto poi alla promozione turistica e all\'accoglienza, Senigallia si segnala anche per essere la sede del nuovo sistema turistico provinciale che è nato la scorsa settimana. Da qui partiamo anche per guardare al futuro e pensare al la realizzazione di tre grandi poli turistici, alla Sacelit-Italcementi, alla ex colonie Enel e all\'Hotel Marche”.


Proprio il prestigioso “hotel Bagni”, oggi di proprietà della Provincia che ha già manifestato la volontà di mettere in vendita l\'edificio situato sul lungomare Marconi (le prime due aste sono andate però deserte) nei progetti dell\'ente sovraordinato dovrà diventare un riferimento per il turismo di lusso. “La vendita dell\'Hotel Marche, subordinata al vincolo di destinazione d\'uso turistico-ricettiva, è una grande occasione per un futuro polo alberghiero di eccellenza che non vogliamo mancare -ha annunciato la presidente Casagrande- per questo abbiamo già dato incarico per la predisposizione di un piano d\'area che valorizzi anche la piazza antistante che ospita l\'edificio. In quanto al palazzetto Baviera, siamo in attesa di ricevere i finanziamenti inseriti nell\'ambito dei poli culturali per le aree sottosviluppate”. Sul fronte dei lavori pubblici, nel 2010 saranno completati i due stralci per la riqualificazione della provinciale arceviese mentre la variante, approvata dal consiglio comunale, arriverà in provincia per l\'adozione definitiva per settembre. A marzo inizieranno anche i lavori per l\'escavo del porto che si concluderanno per l\'estate 2009 e che, trasferendo le sabbie nella cassa di colmata di Ancona, risolverà definitivamente il problema del fondale.


“Sono maturi i tempi per riprendere in mano il progetto di arretramento della ferrovia, da Marotta all\'Aspio, per il quale abbiamo uno studio di fattibilità -aggiunge la Casagrande- siamo consapevoli che l\'investimento è notevole ma dobbiamo approfittare del nuovo bypass dell\'Api come tracciato di supporto”.








Questo è un articolo pubblicato il 28-06-2008 alle 01:01 sul giornale del 28 giugno 2008 - 5281 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, politica





logoEV
logoEV