Nessun bene comunale è a rischio

municipio 2' di lettura Senigallia 13/06/2008 - \"Nessun bene del Comune è a rischio, né verrà mai venduto all’asta! Siamo soltanto di fronte a un nuovo episodio di quella vera e propria aggressione che un’impresa rivelatasi gravemente inadempiente sta conducendo contro il Comune e che viene quotidianamente amplificata da un’opposizione che non esita a cavalcarla strumentalmente, colpendo in questo modo non l’Amministrazione ma la Città di Senigallia\".

L’atto richiamato è infatti soltanto un passaggio procedurale automatico, che non può produrre alcun effetto e che è interamente sotto controllo da parte del Comune. Ancora una volta i Consiglieri Comunali del Coordinamento delle Liste Civiche diffondono pertanto notizie false e allarmistiche sulla questione della ex Gil. La guerra giudiziaria ingaggiata da Sacramati contro il Comune sarà molto lunga, come si evince dal fatto che la prossima udienza dinanzi alla Corte d’Appello è fissata per il 2012.




È evidente allora che in un procedimento così complesso e delicato l’Amministrazione Comunale adotterà gli atti che sono necessari secondo la propria strategia processuale e nell’interesse pubblico, e non invece sulla spinta emotiva delle uscite demagogiche del Coordinamento delle Liste Civiche, che non perde occasione per rilanciare le pretese economiche dell’impresa Sacramati. L’unico dato reale in tutta questa vicenda è che il Palazzo della Gioventù Italiana, una delle più belle testimonianze dell’architettura degli anni ’30, giaceva da circa trent’anni in stato di totale abbandono e che ora, grazie all’intervento di recupero voluto dall’Amministrazione, è un edificio moderno e funzionale che ospiterà importanti uffici comunali.




Stiano tranquilli allora i cittadini: ogni passaggio dell’iter processuale (ricorsi, opposizioni, consegne di documenti, pagamenti, ecc.) è sotto il pieno controllo del Comune e verrà eseguito al momento opportuno. Una cosa è comunque certa: il bilancio del Comune è solido e nessun bene immobile comunale verrà mai venduto all’asta.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-06-2008 alle 01:01 sul giornale del 13 giugno 2008 - 5993 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia


Vivo a Senigallia da 57 anni e, anche se i nostri amministratori mi dicono di stare tranquillo, non lo sono affatto. 2.000.000 di euro pesano e parecchio e non riesco a capire questo modo di fare di Sindaco e giunta. Sembra quasi che gli errori siano stati commessi dall\'opposizione, credo invece che per una volta bisognerebbe chiarire alla popolazione come realmente si sono svolti i fatti. Chi ha commesso gli errori e chi no. Chi ha preparato il bando per la gara d\'appalto? Perchè ha inserito il lodo arbitrale? Perchè chi doveva vigilare non si è reso subito conto che la ditta appaltatrice aveva subappaltato i lavori? Ha ancora un senso la figura del dirigente? Perchè se ha ancora un senso qualche spiegazione ce la deve! E l\'assessore competente che ruolo ha in questa vicenda? E il sindaco? E perchè quasi ogni cantiere che si apre a Senigallia in automatico comporta il ricorso in Tribunale? Per favore chiariteci le idee perchè a me dei tanti bei lavori fatti in questi anni non mi interessa proprio un bel niente se per gli stessi sono costretto a pagare tanto ma tanto di più di quello che realmente valgono.

Nessun bene è a rischio.<br />
<br />
Neanche i culi appoggiati sulle poltrone.<br />
<br />
Il popolo è tranquillo.<br />
<br />
Il popolo dorme.

No.<br />
Invito (e non incito) al giudizio equilibrato e disinteressato.<br />
Basterebbe quello.<br />

Il comune non ha ragione per carità.......ormai però a forza di gridare \"al lupo, al lupo\"..............

Fate pure

Commento sconsigliato, leggilo comunque

rambo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

E\' giusto che la cittadinanza sia informata....è anche giusto che il Comune difenda gli interessi dei cittadini con gli strumenti a sua disposizione!<br />
Se ogni atto che viene fatto in quella che si è dimostrata comunque una causa complicata, quella pazza di Paradisi si agita come una danzatrice del ventre, sicuramente non aiuta la causa della Città di Senigallia e nn solo quella dei suoi amministratori!

Visto che è tutto sotto controllo, mi piacerebbe che ci venissero dati alcuni basilari chiarimenti, visto che il lodo è perso, e il ricorso fissato al 2012 (quando si dice i tempi della giustizia):<br />
<br />
1- Nell\'attesa del 2012, il lodo è esecutivo? Ovvero, il Comune deve pagare o può aspettare l\'esito del ricorso?<br />
<br />
2- Se deve pagare e poi dovesse vincere il ricorso, in che tempi potrebbe riavere i 2 milioni?<br />
<br />
3- Se il Comune non deve pagare adesso ma dovesse perdere il ricorso, questa sarebbe una grana che erediterebbe il prossimo sindaco, giusto?<br />
<br />
Insomma, mi piacerebbe avere informazione, e non solo propaganda da una parte e dall\'altra.<br />
<br />
Giornalisti, se ci siete battete un colpo.

primularossa

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Off-topic

No, no...lo stadio l\'ho comprato io all\'asta.<br />
<br />
Quindi la Vigor, se vuole giocarci, deve pagarmi l\'affitto.

Mi sembra il pezzo più chiaro che ho letto sull\'argomento da quando me ne interesso! Grazie

Se è tutto chiaro, possiamo dormire sonni tranquilli, nessun bene della città è a rischio, ecc.... perché alcuni documenti sono sono arrivati in Consiglio Comunale, ma sono stati (sembrerebbe) insabbiati sotto qualche faldone e sono venuti alla luce solo dopo il blitz della minoranza?<br />
Ma se questi documenti venivano letti da tutti ci Consiglieri, che problema c\'é? non è comunque tutto ok?


manca una parte fondamentale: quando l\'Opposizione ha richiesto l\'istituzione di una Commissione Consiliare d\'inchiesta sulla questione, ottenendo un secco rifiuto da parte della Maggioranza<br />
<br />
il Consigliere Mancini (PRC) aveva addirittura proposto alla Maggioranza di promuovere la Commissione d\'inchiesta, superando l\'Opposizione nella proposta, per dimostrare che fare chiarezza era interesse di tutti<br />
<br />
il Sindaco ne ha fatto una questione pregiudiziale per la permanenza di Rifondazione nella Maggioranza, costringendo Mancini a rientrare nei ranghi<br />
<br />
a mio avviso tutto quello che è successo dopo è più che dovuto, lodo sfavorevole, sputtanamento a puntate, pignoramento...<br />