Senigallia: alla Rotonda un convegno sulle innovazioni delle fonti energetiche rinnovabili

rotonda 2' di lettura Senigallia 12/06/2008 - A Senigallia un convegno per fare il punto sulle innovazioni nel campo delle fonti energetiche rinnovabili e sugli aggiornamenti legislativi e normativi in materia di certificazione energetica.

Certificazione energetica e fonti rinnovabili: sono questi i due temi cardine del Convegno che si terrà il 19 giugno 2008 alla Rotonda a Mare di Senigallia. Promosso dall’Agenzia Uniklima di Pesaro, con il patrocinio del Comune di Senigallia, dell’AICA Associazione Italiana Consulenti Ambientali, dell’Università Politecnica delle Marche e dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Ancona, il Convegno sarà strutturato in due sessioni. Nella sessione della mattina, dedicata alle fonti di energia rinnovabile, si metteranno a confronto nuove tecnologie ed esperienze per il risparmio energetico e il rispetto dell’ambiente: si parlerà di solare termico e, in particolare, di verifica dell’efficienza dei collettori solari e di solar cooling, dell’utilizzo di sistemi di filtrazione elettrostatica ad alta efficienza per il miglioramento della qualità dell’aria interna, dell’applicazione di pompe di calore geotermiche, di gruppi frigoriferi ad assorbimento accoppiati a torri evaporative e di sistemi di cogenerazione con microturbine per la produzione combinata di energia elettrica e termica.



Il programma della mattina si concluderà con un intervento della Banca Marche dedicato alle linee di credito finalizzate allo sviluppo delle fonti rinnovabili. Nella sessione pomeridiana si discuterà invece di certificazione energetica degli edifici, tema di grande attualità sia per l’approvazione di specifici decreti legge che rendono obbligatoria la qualità energetica nel settore edilizio sia per la maggiore coscienza ambientale dei cittadini. Il programma prevede la presentazione di un corso universitario sulla certificazione energetica svolto in modalità e-learning e l’illustrazione di un esempio di certificazione in Alto Adige. Seguiranno due interventi dedicati rispettivamente ai dispositivi di preservazione dell’acqua e alle soluzioni per aumentare la resa dei sistemi di climatizzazione radiante. Una panoramica sugli aggiornamenti legislativi e normativi concluderà la giornata. Il Convegno è organizzato con il contributo di Banca Marche, Eurotherm, Evapco, IBT, Sabiana, Salmson, Sofath e Sonnenkraft.



www.events-communication.com






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-06-2008 alle 01:01 sul giornale del 12 giugno 2008 - 1586 letture

In questo articolo si parla di attualità, rotonda


E\' un argomento che sento tantissimo, vuoi per il lavoro che faccio...vuoi per il cognome che porto!!!!<br />
Spero di riuscire ad andare: ho mandato la conferma, ma ancora nessuna risposta.

Energia.<br />
Più se ne parla, meno se ne produce.

Intanto la Banca delle Marche apre linee di credito.<br />
Gli studiosi studiano,non producono un cazzo, ma attingono dalle linee di credito.<br />
<br />
Fatela diventà conveniente sta energia solare così ci liberiamo in due secondi dei miei maggiori nemici: Moratti e i paesi arabi.<br />
<br />
Solo che sti studiosi ottengono crediti, si riempiono le pance, organizzano convegni, ma di energia pulita a basso costo non ne riescono a produrre.<br />

L\' energia pulita non è che non la si riesca a produrre, è che \"volontariamente\" non la si vuol produrre...<br />
Franco Giannini

Non credo che sia così.<br />
<br />
E\' che ancora costa troppo rispetto a quanto renda.<br />
<br />
Se poi è una volontà denunciamo Moratti e chi lo appoggia non se ne parli più.<br />
<br />
Tremonti ha dichiaratoguerra ai petrolieri. Vada fino in fondo.<br />
<br />
\"Lo so che l\'Inter deve andare in serie B per il passaporto falso di Recoba, ma non manderemo mai in B uno che ha investito tutti quei miliardi nel calcio\" (F. Carraro, presidente Figc, 2005)

Come si suol dire, prezzi vengono fatti dalla domanda e dall\' offerta (e dalle leggi che hanno sempre regolato le speculazioni)<br />
Per esempio i giacimenti petroliferi USA vengono usati con il contagocce, finché c\'è e si può usare quello degli altri ad un prezzo per loro più accessibile che da noi (credo che un litro di benzina in USA costi intorno ai 0,90 €, comunque non raggiunge l\' €). Acquistano i cereali dal Brasile per fare i biocarburanti...e noi ci chiediamo perchè non si incentiva la produzione delle energie alternative ? La Cina sta scimmiottando gli USA pur avendo i suoi bei giacimenti di petrolio. Questioni di scorte e di potere per chi guarda solo più avanti del naso, fregandosene degli altri, anche se ciò poi ha i suoi rovesci della medaglia:(leggi emissioni quantità Anidride Carbonica o altro che possa incidere nel danno che provocherà all\' ecologia mondiale. Ma a loro di tutto questo gliene può fregar di meno. <br />
Franco Giannini