Il Comune sul pignoramento: il bilancio è sano e non c\'è alcun rischio

municipio 2' di lettura Senigallia 24/05/2008 - I Consiglieri delle Liste Civiche mescolano le carte della vicenda Sacramati in maniera strumentale e scorretta, cercando di accreditare l\'immagine di un Comune sull\'orlo del fallimento e sotto la spada di Damocle del pignoramento. Niente di più falso.

Stiano tranquilli i cittadini: l\'Amministrazione Comunale ha un bilancio sano e si trova nelle condizioni per poter tranquillamente tenere liberi i propri beni patrimoniali da vincoli e gravami.

L\'impresa Sacramati, nella sua lotta senza quartiere che ha ingaggiato contro il Comune, ha notificato un atto di precetto e la relativa richiesta di pignoramento. Ci aveva già provato qualche mese fa chiedendo il pignoramento delle somme disponibili presso la Tesoreria Comunale, ma il Tribunale, con ordinanza del 19 marzo scorso, ha rigettato l\'istanza dando ragione al Comune.


Il nostro Comune intende come sempre tenere un comportamento responsabile e, di fronte ad un lodo esecutivo, onorerà i propri impegni anche perché, dopo che il Consiglio comunale ha approvato la pratica relativa al riconoscimento del debito, vi sono tutte le condizioni amministrative e finanziarie per procedere al pagamento. La somma che pagheremo è quella che risulta dai nostri calcoli e non quella superiore rivendicata dall\'impresa. La vicenda è complessa e il Comune è convinto di aver subito un torto per come si è concluso il lodo, tant\'è che abbiamo presentato i conseguenti ricorsi. Confidiamo nelle nostre ragioni e nel fatto che i magistrati togati sapranno fare giustizia. Quello che è davvero strano è l\'atteggiamento di quei consiglieri di minoranza che, di fronte al comportamento di un\'impresa che concede lavori in subappalto abusivamente, riceve i soldi da parte del Comune, ma non paga la ditta che ha eseguito le opere, invece di schierarsi dalla parte della comunità locale che ha subito il danno, sceglie di amplificare le richieste di chi ha tenuto un atteggiamento così gravemente lesivo nei confronti della città intera.


E questi consiglieri farebbero bene ogni tanto a parlare non solo dei cantieri, ma anche delle opere belle e funzionali che quei cantieri hanno prodotto, come ad esempio il nuovo Palazzo della Gioventù Italiana.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-05-2008 alle 01:01 sul giornale del 24 maggio 2008 - 5311 letture

In questo articolo si parla di ex gil, comune di senigallia, politica, senigallia