Il tribunale accoglie la querela del Comune contro sprint

tribunale 1' di lettura Senigallia 15/05/2008 - Vi è stato reato di diffamazione ai danni dell\'Amministrazione Comunale di Senigallia attraverso un articolo apparso sul periodico \"Sprint\" diretto dal giornalista Claudio Cavallari.

Questo il contenuto della sentenza pronunciata ieri pomeriggio dal Tribunale di Osimo che, giudicando offensivo della reputazione dell\'Amministrazione Comunale e del Comune il contenuto dell\'articolo apparso su Sprint, ha dichiarato colpevole del reato di diffamazione il direttore Claudio Cavallari, condannandolo al pagamento di un\'ammenda.


Nell\'articolo giudicato diffamatorio si denunziava il fatto che l\'Amministrazione Comunale avesse indebitamente finanziato la Tv di quartiere senigalliese Disco Volante attraverso un contributo concesso ad un\'associazione locale. Nel giudizio instauratosi davanti al Tribunale di Osimo il Comune di Senigallia si era costituito parte civile.


Il Comune di Senigallia era difeso dall\'Avvocato Alberto Lucchetti, mentre Cavallari era difeso dall\'avvocato Roberto Paradisi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-05-2008 alle 01:01 sul giornale del 15 maggio 2008 - 4783 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, tribunale, senigallia





logoEV
logoEV