Fermo: arrestato tifoso per lancio di oggetti in campo

arresto 1' di lettura Senigallia 19/04/2008 - Un tifoso della squadra di calcio della Fermana è stato arrestato nella serata di ieri, giovedì 17 aprile, con l\'accusa di aver lanciato oggetti in campo durante una partita della propria squadra tenutasi a Senigallia.

La partita in questione è la finale di Coppa Italia Marche che si è svolta mercoledì 16 aprile a Senigallia in cui la Fermana giocava contro l\'altra finalista \"Urbania-Pesaro\" . Il tifoso innervosito dalle basse prestazioni della sua squadra ha lanciato verso il terreno di gioco, a poca distanza dai calciatori, la mazza che usava per suonare il tamburo, che in realtà sarebbe servita soltanto per fare del tifo non violento.


La Polizia Scientifica del Commissariato di Senigallia ha ripreso e fotografato l\'uomo che è stato poi identificato e arrestato il giorno dopo nella sua abitazione di Fermo dalla polizia del luogo che ha prontamente collaborato con quel commissariato per rendere maggiormente attivo il contrasto al fenomeno della violenza negli stadi


di Alessandra Tronnolone
redazione@viveresenigallia.it




Questo è un articolo pubblicato il 19-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 19 aprile 2008 - 1111 letture

In questo articolo si parla di cronaca, alessandra tronnolone, arresto


arrestato per il lancio di una bacchetta(non direi mazza)? siamo un paese di pazzi schizzofrenici

Però è anche vero che se si lascia fare, le cose peggiorano: lo stato attuale dei nostri grandi stadi dipende anche da questo.<br />
In inghilterra il pubblico è a meno di 2 (due!!!) metri dal rettangolo di gioco e senza barriere in mezzo: proviamo a farlo da noi dove anche un tifoso, magari non violento, per la stizza la prima cosa che fa è lanciare un oggetto in campo...




logoEV
logoEV