statistiche accessi

Prosegue la causa tra Angeloni - Bernardini, Marcantognini e Cavallari

luana angeloni 1' di lettura Senigallia 10/04/2008 - È stata rinviata al prossimo 9 maggio la sentenza del processo per diffamazione a mezzo stampa a carico di Annamaria Bernardini e Claudio Marcantognini, esponenti del movimento \"Liberi x Senigallia\", e di Claudio Cavallari direttore del periodico \"Sprint\".

Il processo è frutto della querela mossa dal sindaco Luana Angeloni e dal Comune, costituitisi parte civile, perchè ritenutisi diffamati per un articolo scritto dalla Bernardini e da Marcantognini, e pubblicato su Sprint nel 2004, che criticava il progetto piena proprietà per la trasformazione del diritto di superficie in piena proprietà degli immobili. Ma non solo. Il sindaco Angeloni è stata anche accusata, sempre negli articoli pubblicati da Sprint nel 2004, di aver rilasciato un\'intervista a pagamento alla trasmissione televisiva di Alceo Moretti in onda su Tv Centro Marche.


Ieri dunque, l\'ennesimo appuntamento in aula si è risolto con un ulteriore invio mentre l\'avvocato difensore Roberto Paradisi ha tenuto l\'arringa finale. Nel suo intervento l\'avvocato Paradisi ha sostenuto la \"temerarietà\" della querela sporta che si basa su un clima \"cinese\", ricordando l\'episodio di un giornalista cinese che fu arrestato per un articolo non gradito al governo cinese.

Sostenendo l\'infondatezza della querela, il legale ha chiesto l\'assoluzione con la formula più ampia per i suoi assistiti ma non solo. Adducendo anche \"la colpa dei querelanti\", Paradisi ha chiesto anche che il Comune venga condannato al pagamento delle spese legali sostenute dai tre imputati come risarcimento danni.

Il pm dal canto suo ha chiesto la condanna ad 8 mesi la Bernardini e Marcantognini e 5 per Cavallari mentre il legale del Comune, l\'avvocato Monaco, ha chiesto un risarcimento danni di 30 mila euro.






Questo è un articolo pubblicato il 10-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 10 aprile 2008 - 7118 letture

In questo articolo si parla di luana angeloni, giulia mancinelli, politica





logoEV
logoEV