statistiche accessi

Professori e studenti al Musinf: il fascino della fotografia

musinf 3' di lettura Senigallia 10/04/2008 - Dall’apertura straordinaria di Pasqua ad oggi via vai fittissimo di professori e studenti al Museo comunale d’arte moderna e della fotografia.

Classi in visita, studenti e docenti che chiedono informazioni sui corsi del Museo e del progetto europeo giovani, decine e decine di ragazze partecipanti al premio indetto dal Consiglio comunale delle donne. Martedì anche una visita di un folto gruppo di docenti presenti a Senigallia per l’Olimpiade della scienza.



\"Tutti attratti dal fascino della fotografia e della raccolta civica dedicata alle fotografie di Mario Giacomelli, Giuseppe Cavalli e Ferruccio Ferroni, nonché degli altri esponenti del Gruppo Misa\" - dice il prof. Bugatti, direttore del Musinf - aggiungendo \"questo mi ha fatto pensare di fare di necessità vitù, aumentando la limitata ricettività del Museo, attraverso l’avvio di corsi di fotografia in orario prevalentemente serale. La sera il Museo è libero\" - continua il direttore del Musinf - \"dunque abbiamo pensato di utilizzarlo e di dargli vita per funzioni didattiche, contando sulla disponibilità di prestigiose personalità della fotografia, che tutte mi hanno risposto e mi stanno rispondendo con entusiasmo, consentendo la programmazione di una fitta serie di appuntamenti, corsi, incontri, workshop\".



Il primo incontro è previsto venerdì prossimo con il corso di fotografia stenopeica, tenuto da Massimo Marchini, uno dei fondatori del gruppo fotografico F/7 di Senigallia. \"Considero questo corso come un corso base\" - sostiene il prof. Bugatti - \"un corso di avvio, che intende mettere una trentina di iscritti, prevalentemente giovani, a confronto con le tecniche di ripresa e con apparecchiature stenopeiche, che sono in grado, per la loro concezione, di proporre con evidenza, ma anche con severità, le tematiche fondamentali della ripresa fotografica. E’ interessante il fatto che, proprio per le caratteristiche del corso, hanno richiesto di frequentarlo anche alcuni esperti della fotografia. Con Marchini, che è un ottimo fotografo, ma anche un appassionato costruttore di questo tipo di macchine fotografiche e che sta preparando una mostra di fotografia stenopeica di rilievo nazionale, il cui allestimento è previsto a Palazzo del Duca, in concomitanza con l’annuale Notte internazionale dei musei, il Musinf Senigalliese ha programmato anche un corso dedicato alle antiche tecniche di stampa. Durante l’anno affronteremo con i corsi tutti i tipi di fotografia e tutte le tecniche fotografiche, passando dalla stampa in camera oscura alla stampa digitale laser, a getto di inchiostro, a sublimazione\" - continua il prof. Bugatti - \"e sperimenteremo tutti i tipi di carta da stampa fotografica e tutte le tecniche di ripresa\".



E’ ormai scontata, salendo le scale del Musinf, la possibilità di incontrare i maggiori fotografi senigalliesi da Sforza a Valenti, da Pegoli a Mengucci e Gambelli, ma anche anconitani come Alfonso Napolitano, autore delle foto di In Teatro e della mostra dedicata alla Calamita Cosmica di De Dominicis, o fotografi di rilievo internazionale come Enzo Tortelli, giunto ai vertici nel borsino mondiale delle quotazioni di Paris-Photo. Insomma, in attesa di adeguati spazi espositivi attrezzati, dopo i successi ottenuti nella proposta delle collezioni civiche nelle mostre a Parigi e New York, il Musinf cerca il successo nel campo di un originale progetto di didattica museale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 10 aprile 2008 - 1357 letture

In questo articolo si parla di cultura, musinf





logoEV
logoEV