statistiche accessi

Donata al Papa Benedetto XVI la reliquia di Pio IX

papa 2' di lettura Senigallia 09/04/2008 - La Venerabile Confraternita dei Crocesegnati e Santissimo Sacramento di Senigallia è una antichissima istituzione confraternitale che risale al tempo delle crociate, nel Medioevo.

Questa pia associazione, le cui origini remote risalgono al 1095, fu riorganizzata ai primi decenni del Cinquecento; la prima donazione è del 1548; la prima riunione documentata dei \"Confratres\" e inizio dell\'archivio è del 2 luglio 1564, le Costituzioni sono state stampate nel 1775, la Bolla del Cardinale A. Farnese che aggregava la Confraternita di Senigallia a quella Universale di Roma, con gli stessi diritti e doveri, è del 26 novembre 1577. Per secoli essa ha esercitato la sua attività religiosa e sociale nella città adriatica, acquistando molte benemerenze. Di essa ha fatto parte, fin da giovinetto, Giovanni Maria Mastai Ferretti, il Beato Pio IX, Papa senigalliese, il più illustre dei confratelli marchigiani.


E\' per questo motivo che di recente, nel corso di una udienza concessa dal Santo Padre Benedetto XVI ai rappresentanti della Confraternita a Roma, il confratello Michele Caiozzo, anche a nome degli altri confratelli della Venerabile Confraternita dei Crocesegnati e Santissimo Sacramento di Senigallia, ha donato al Santo Padre Benedetto XVI il semi-busto del Beato Pio IX, contenente una reliquia del grande pontefice senigalliese. La memoria del Beato Pio IX è molto viva nella Confraternita che conserva, nella sua splendida chiesa della Croce, una lapide ricordo con l\'immagine del Beato e il riferimento alla cappa bianca della Confraternita cui era iscritto, che con il suo colore prefigurava la bianca veste o \"papale ammanto\" cui era destinato dalla Provvidenza divina.


Gli interventi di restauro che hanno interessato il ricchissimo e sfarzoso interno barocco del tempio, rispetto ai suoi sobri caratteri esterni in stile tardo rinascimentale, diventano motivo per avvicinarsi ai gioielli che questa chiesa senigalliese, posta nel cuore della città antica, conserva dal \'500 a oggi: tele, statue, reliquiari, argenti e pergamene costituiscono il patrimonio culturale commissionato dalla Confraternita dei Crocesegnati e del Santissimo Sacramento di Senigallia. Il pio sodalizio è attento custode di tanta bellezza, che nel corso dei secoli non solo ha sapientemente saputo dare lustro al territorio in cui vive con ricche opere d\'arte, ma che tutt\'oggi, vivo e operante con i suoi confratelli, continua la propria azione statutaria nel settore sociale e caritativo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 09 aprile 2008 - 1920 letture

In questo articolo si parla di chiesa, religione, attualità, confraternite delle marche, papa





logoEV
logoEV