statistiche accessi

Aggrediscono madre e figlia sul lungomare, fermata coppia di balordi

aggressione 2' di lettura Senigallia 08/04/2008 - Uno sguardo di troppo e finisce in aggressione. Tanto poco è bastato ad una coppia di balordi per inveire ed aggredire madre e figlia sul lungomare Mameli.

E\' stato un pomeriggio di paura quello vissuto ieri da madre e figlia, titolari di uno stabilimento balneare della riviera di ponente, finite nel mirino dei due balordi. Le due donne avevano trascorso il pomeriggio lavorando presso il proprio stabilimento balneare in vista dell\'apertura della stagione. Già da un po\' però si erano accorte della \"strana\" presenza della coppia. Lui, capelli lunghi e ricci con un berretto di lana in testa, lei, mora, capelli lunghi, con un bottiglia di birra in mano, per diverso tempo se ne sono stati a zonzo vagando per la spiaggia nei pressi dello stabilimento balneare. Quando madre e figlia hanno cominciato a rassettare le attrezzature per lasciare lo stabilimento balneare, la coppia (pare anche noti alle forze dell\'ordine per essere tossicodipendenti) ha cominciato ad avvicinarsi.


Le due donne che nel frattempo erano salite in sella alle proprie biciclette hanno continuato a guardarsi alle spalle e a tenere d\'occhio di due balordi. A quel punto però i due hanno reagito male. I due hanno iniziato ad inveire contro madre e figlia e ad avvicinarsi sempre di più. Nonostante le due donne abbiamo cercato di allontanarsi, la coppia continuava a gridare e a insultare le due, colpevoli a loro dire, di \"guardarli storto\". Dalle parole i due balordi sono passati anche alle mani strattonando le due donne che a quel punto hanno cercato di divincolarsi correndo oltre la strada.


Le due donne sono corse verso il Faro Bar, locale che si trovava proprio di fronte al luogo in cui è avvenuta l\'aggressione, chiedendo aiuto e cercando in qualche modo un rifugio. Aiutate dalla titolare del Faro Bar, le donne hanno chiamato subito la Polizia. Sul posto è intervenuta una volante del commissariato e agli agenti le due donne, ancora sotto shock, hanno raccontato quanto accaduto. La polizia si è messa subito all\'inseguimento dei due balordi, allontanatisi nel frattempo, a piedi. Nel giro di pochi minuti gli agenti hanno raggiunto e fermato i due aggressori in via Verdi, all\'altezza della chiesa della Pace.


I due hanno risposto alle domande degli agenti con frasi confuse e senza senso continuando ad urlare e a sproloquiare. In supporto dei colleghi sul posto è arrivata una gazzella dei Carabinieri. Solo dopo diverso tempo le forze dell\'ordine sono riuscite a calmare gli animi dei due balordi che sono stati accompagnati in Commissariato.








Questo è un articolo pubblicato il 08-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 08 aprile 2008 - 2720 letture

In questo articolo si parla di cronaca, luca borella, giulia mancinelli, aggressione





logoEV
logoEV
logoEV