x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > SPORT
comunicato stampa

Volley: la U.S. Pallavolo al fianco del Tibet boicottando il \'made in China\'

1' di lettura
2118
da U.S. Pallavolo Senigallia
www.uspallavolosenigallia.it

tibet

La Us Pallavolo Senigallia non volta le spalle al grido di dolore che proviene dalle popolazioni del Tibet e dai monaci e decide di adottare alcune iniziative.

\"Il nostro sodalizio - ha dichiarato Simone Facchini, vicepresidente della Us - non ha alcuna intenzione di far passare sotto silenzio gli orrori perpetrati dai moderni cinesi. Vediamo tutti i giorni in televisione quello che avviene in Cina e rimaniamo angosciati. Abbiamo deciso, d\'ora in avanti, di privilegiare, per quanto riguarda il materiale tecnico il made in Italy o prodotti europei, comunque alternativi a quelli cinesi, anche a costo di rimetterci qualcosa. La realtà è che la Cina resta un mercato essenzialmente chiuso mentre ha preteso che gli altri paesi aprissero i loro mercati alle sue merci. La strada, siamo consapevoli, è quasi impraticabile. Quasi tutte le grandi ditte dello sport producono in Cina per la manodopera a basso costo e dobbiamo avere coscienza di questo. Un conto è però il realismo, un altro conto è la rassegnazione. Anzi vogliamo che anche altri sodalizi prendano coscienza dell\'enormità di questi fatti e incomincino a ragionare in questi termini.\"


Fin da subito la Us Pallavolo ha contattato i propri fornitori per capire se la strada è percorribile. \"Sicuramente - ha concluso Facchini - la Us subordinerà sempre i rapporti economici al rispetto delle vite umane\".



tibet

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 05 aprile 2008 - 2118 letture