statistiche accessi

Medita il suicidio \'studiando\' su internet, poi ci ripensa

ambulanza 1' di lettura Senigallia 05/04/2008 - Aveva organizzato il \"suo\" suicidio informandosi su internet, poi ci ripensa e viene salvato da Carabinieri e 118.

Un gesto disperato ma anche meditato quello in extremis fortunatamente non è riuscito ad un 43enne di Senigallia che nella notte tra giovedì e venerdì ha tentato di togliersi la vita preparando ben tre diverse modalità.


L\'uomo, che pare soffrisse da tempo di disturbi psichici, ha acceso il barbecue pensando inizialmente di uccidersi con le esalazioni dei carboni ardenti. Contemporaneamente ha anche inghiottito diverse pasticche e in attesa dell\'effetto, ha preparato anche un cappio con una corda.


Insomma ben tre modalità diverse per compiere l\'estremo gesto che l\'uomo, secondo quanto rinvenuto dai Carabinieri intervenuti sul posto, aveva appreso scaricando da internet vario materiale \"informativo\" su come suicidarsi. Alla fine però l\'uomo c\'ha ripensato e ha attirato l\'attenzione dei vicini che hanno allertato i carabieri. Nell\'appartamenti in via Lago Maggiore è intervenuta anche un\'ambulanza del 118 che ha trasportato l\'uomo (che ha perso conoscenza solo per poco tempo) in ospedale da dove è stato rimesso nella giornata di ieri.






Questo è un articolo pubblicato il 05-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 05 aprile 2008 - 2060 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, ambulanza





logoEV
logoEV
logoEV