statistiche accessi

Arcevia: Bomprezzi, tanti i cantieri aperti e che si apriranno nel corso dell\'anno

andrea bomprezzi 4' di lettura 05/04/2008 - \"Il 2007 è stato un anno molto difficile e va detto che, aver lavorato per attingere a fondi extracomunali e quindi per non appesantire il nostro bilancio, ha portato a dei risultati ma ha rallentato indubbiamente le realizzazioni. Quest’anno avremo un problema diverso: gestire i tanti cantieri che sono aperti e si apriranno nel corso della stagione\".

Il dato positivo è che su 3 milioni e mezzo circa di investimenti sul territorio previsti nel 2008, ben 1.400.000 € provengono da finanziamenti extracomunali. E questo è merito dell’assessorato, delle progettazioni dell’ufficio tecnico e soprattutto del Sindaco, che si è speso in prima persona per portare risorse al Comune.



Entrando nello specifico, in primo luogo si dà il via all’ambizioso e imponente programma di restyling del centro storico: il ripristino del muro crollato sotto il giardino “Leopardi” insieme alla sistemazione definitiva dell’ingresso di Arcevia da ovest (via Martiri della Resistenza), con la predisposizione di un camminamento con marciapiede e staccionata (i lavori partiranno entrambi ad aprile); l’intervento della Soprintendenza sul tratto di mura che va da S. Agostino alla ex Salvarani; la realizzazione dell’area sosta camper e dei parcheggi nell’accesso est di Arcevia, nella zona dei piazzali sotto il viadotto (i lavori sono in fase di ultimazione); il completamento dei parcheggi ex orti Carboni; la riqualificazione di via Angelo Rocca e la ristrutturazione della ex chiesa di S. Giovanni, che diventerà la casa del Parco (si sta predisponendo il progetto esecutivo per entrambi). Va poi menzionato l’intervento di € 750.000,00 per la manutenzione delle mura di Arcevia, che si realizzerà nel 2009 (si sta lavorando all’affidamento dell’incarico di progettazione).



A questo si aggiungono gli interventi per i castelli di Arcevia: i lavori che si stanno ultimando nel castello di Palazzo; il consolidamento delle mura di Loretello, in corso di realizzazione, con la realizzazione della pavimentazione della piazza; la manutenzione straordinaria del centro storico di Nidastore, con il rifacimento dei sottoservizi e la pavimentazione della piazzetta e dei vicoli (i lavori inizieranno in aprile); il rifacimento della staccionata e della gradinata con la pavimentazione dell’accesso di Piticchio (siamo al progetto esecutivo); il rifacimento della pubblica illuminazione del castello di Avacelli. Altro importante progetto è quello dell’ampliamento del cimitero del capoluogo, di cui è stato approvato il progetto esecutivo (entro aprile verrà pubblicato il bando di gara). Un discorso a parte merita il Corso Mazzini. Nel mese di maggio si realizzerà un primo intervento sperimentale sul tratto più danneggiato, quello prospiciente il palazzo comunale: si smonterà la parte centrale e si rifarà la stessa usando cubetti nuovi delle stesse dimensioni degli attuali, utilizzando come malta di riempimento dei giunti un prodotto sigillante. Se l’intervento sortirà effetto, si procederà in tal modo nelle altri parti danneggiate.



Tutto questo senza nessun onere a carico del Comune. Infine, l’ufficio ha lavorato a tre importanti progetti: due legati ai fondi FESR-PSR 2007-20013, uno presentato con la Comunità Montana e uno con il Consorzio Città Romana di Suasa, che ammontano complessivamente a circa 1 milione di euro, e che prevedono il rifacimento della pubblica illuminazione in alcune frazioni e il risanamento conservativo delle porte d’accesso e dei palazzi di proprietà comunale del centro storico di Arcevia; un progetto legato a fondi Inail, per migliorare la sicurezza dell’Istituto Comprensivo, che ammonta a € 113.000,00. Dal punto di vista della delega all’Ambiente, molto impegnativa quest’anno, alla fine del 2007 siamo partiti col nuovo servizio di raccolta domiciliare dei rifiuti in metà del territorio: Arcevia centro storico, s. Croce e s. Giovanni Battista, Avacelli, Castiglioni, Magnadorsa, Piticchio e Montale.



Nonostante alcuni disservizi, dovuti anche alla lentezza della ditta ad intervenire tempestivamente, l’aver seguito giornalmente la situazione insieme al mio ufficio, ha permesso di assestare la situazione in soli tre mesi e, a detta del Cir 33, siamo uno dei Comuni che ha lavorato meglio (la percentuale di raccolta differenziata sta aumentando costantemente - a gennaio il risultato è molto interessante e promettente, 28,8%, più 17% in poco più di un mese dall’avvio - e stanno diminuendo i fenomeni delle isole di prossimità colme e della cattiva raccolta differenziata da parte dei cittadini. C’è ancora molto da fare e dobbiamo controllare quotidianamente lo svolgersi del servizio ma la maggior parte dei cittadini sta collaborando con passione e pazienza a questo servizio necessario per una gestione sana e oculata dell’ambiente in cui viviamo.



Inoltre, per quanto riguarda l’area vasta, cioè le zone dove rimangono i cassonetti stradali, che sono stati tutti sostituiti con dei nuovi, sono stati consegnati a tutti i circoli delle associazioni i bidoni e sono state posizionate 4 isole di prossimità che hanno sostituito le vecchie isole ecologiche di Montefortino, Palazzo, S. Pietro e Loretello, per permettere anche a quella parte di territorio di differenziare.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 05 aprile 2008 - 2475 letture

In questo articolo si parla di arcevia, andrea bomprezzi, comune di arcevia





logoEV
logoEV
logoEV