statistiche accessi

Corinaldo: il consiglio sollecita il completamento della struttura da adibire ad R.S.A

livio scattolini 8' di lettura 03/04/2008 - Lunedì 31 marzo, nella sala grande del Comune di Corinaldo, si è tenuto uno dei più importanti consigli della legislatura: si doveva discutere l’approvazione dei documenti previsionali e programmatici per l’esercizio 2008/2009/2010, si doveva votare un ordine del giorno sulla riapertura della R.S.A. di Corinaldo, il progetto e l’ampliamento della residenza protetta per anziani e Casa di Riposo “Santa Maria Goretti”, l’adozione del piano di lottizzazione del comparto ex Cantina Sociale Valnevola e l’approvazione della dichiarazione del Panathlon sull’etica nello sport.

Il sindaco ha relazionato sul bilancio preventivo 2008, delegando gli assessori per ciò che riguarda i contenuti programmatici e le scelte di bilancio inerenti l’attività amministrativa per l’esercizio 2008. Proseguendo nella sua relazione, il sindaco ha ribadito che le principali disposizioni che interessano gli Enti locali sono concentrate su tributi, patto di stabilità e riduzione dei cosidetti costi della politica e personale. Per grande parte della manovra, il giudizio dei Comuni non può essere positivo; le misure ivi contenute destano allarme e preoccupazione per le ricadute negative sui bilanci degli Enti Locali. Il bilancio di previsione 2008 è, dopo l’approvazione del Programma di mandato, il secondo fondamentale Atto con cui si dà concreto avvio all’intera “legislatura” e all’attività di questa Amministrazione e pone le basi per il nuovo mandato amministrativo.



In questo contesto vanno ribadite alcune scelte che devono essere prioritarie. Portare a compimento scelte di riorganizzazione della struttura comunale, sia dal punto di vista del modello gestionale del Comune che della impostazione del lavoro, con la finalità di adeguarla sempre più alle nuove ed urgenti esigenze di qualificazione, snellezza, flessibilità, unitamente ad una maggior cultura polifunzionale, progettuale e intersettoriale; proseguire il buon rapporto nell’ambito delle relazioni sindacali con il personale dipendente, per il quale si riconferma la volontà di valorizzare quanto più possibile le risorse umane interne all’Ente. E’ di questi giorni la sottoscrizione del primo Contratto Collettivo Decentrato dei dipendenti del Comune di Corinaldo.



Al centro dell’attenzione e dell’azione dell’intera struttura amministrativa dell’Ente dovranno essere le esigenze del cittadino, delle imprese e della Comunità intera. Questa Amministrazione, nella consapevolezza di avere mantenuto un bilancio solido che permette comunque di erogare servizi di qualità elevata ai cittadini, ha ritenuto di non avvalersi della facoltà che la Legge concede e quindi ha deciso per il 2008 di confermare le aliquote I.C.I. ed Addizionale Comunale attualmente in vigore. Non sono stati previsti aumenti sia per le tariffe che per i servizi a domanda individuale. Per l\' ICI, unitamente alla decisione del Governo centrale di aumentare il limite delle detrazioni sulla prima casa, questo comporterà mediamente la riduzione dell\'imposta del 40-50%. Le modalità stabilite per la compensazione di tale mancato introito destano preoccupazione circa la possibilità di avere minori cospicue entrate in ordine al gettito complessivo ICI. A ciò si aggiunge la costante riduzione dei trasferimenti statali. Naturalmente, da parte dell\'Ufficio Tributi proseguiranno, con la consueta scrupolosità e professionalità, i controlli degli anni precedenti.



Alla presente relazione vengono allegati alcuni grafici indicatori di bilancio, che saranno illustrati in Consiglio Comunale, unitamente agli indicatori finanziari - dati Ministero Interni-, rapportati ad altri Enti Locali del territorio. L’attenzione che contraddistingue questa Amministrazione, nel non impegnare entrate non certe in bilancio, relativamente al flusso dei rifiuti nella discarica, continua. In base al Piano Provinciale dei Rifiuti che individua in Corinaldo una delle due discariche strategiche, alla raccolta differenziata in atto in tutti i Comuni, ed alla prospettiva, richiamata anche nell\'ultima Finanziaria, di andare con decisione all\'unificazione dei 2 sub-ambiti verso un unico ambito provinciale, occorre prudenza. Ci saranno più Comuni che conferiranno in discarica, ma ciascuno con meno rifiuti prodotti rispetto ad oggi. Dopo essere stato nel 2007 uno dei primi Comuni a partire con il nuovo sistema di raccolta differenziata nel Centro Abitato, oggi stiamo dialogando con il C.I.R. 33 per andare oltre. Estendere questo sistema sull\'intero territorio comunale con una forte determinazione di passare al cosiddetto ”porta a porta” quantomeno per le abitazioni all\'interno del Centro Storico. Per l’anno 2008 continuerà la politica di investimento nel “Centro Ambiente”, che con una forte e costante partecipazione popolare, ha permesso un aumento della raccolta differenziata rispetto all’anno precedente di oltre il 50%. Esperienza nel suo complesso positiva, si auspica un consolidamento dell’attività dell’Unione dei Comuni e la delega di ulteriori servizi che ci permetterebbero di migliorare l’efficienza, ottimizzare i costi ed ottenere maggiori trasferimenti da parte degli Enti sovraordinati.



In particolare con il Comune associato di Castelleone di Suasa, si sta verificando la fattibilità di accorpare alcuni servizi, alla luce di prossimi pensionamenti di personale, salvaguardando il principio efficacia-efficienza. Dopo l’intervento del Sindaco, hanno preso la parola il vice sindaco Cesare Morganti, gli assessori Fernando De Iasi, Serena Morbidelli, Daniele Ancone, per relazionare sulle deleghe di loro competenza e il capogruppo di maggioranza Mauro Cicetti. Per la minoranza sono intervenuti i capigruppo Adolfo Giampaolo, Giuseppe Saccinto e il consigliere Matteo Principi. Dopo la replica degli assessori, il sindaco-presidente ha messo in votazione l’approvazione dei documenti previsionali e programmatici per gli esercizi 2008-2009-2010, che sono stato approvati a maggioranza con l’astensione dei gruppi di minoranza. Si è passati quindi alla votazione del documento riguardante la struttura RSA di Corinaldo: aggiornamento e adozione iniziative in merito.



Il documento che riportiamo integralmente è passato con votazione unanime.


ORDINE DEL GIORNO SULLA riapertura della R.S.A. di Corinaldo


Il Consiglio Comunale di Corinaldo Considerato che la collocazione del malato dovrebbe essere al centro dell’organizzazione del sistema sanitario per il suo benessere e la sua cura; Considerato altresì che lo slogan del Piano sanitario Regionale era proprio “ Nuovo Piano Regionale della Salute. Nel cuore del sistema ci sei tu!” Considerato inoltre che da ogni parte ci venivano fornite rassicurazioni sulla riapertura della nostra R.S.A. e sulla riorganizzazione dei servizi sociosanitari erogati nelle strutture di proprietà dell’azienda sanitaria Tutto ciò premesso il Consiglio Comunale, esprime i seguenti orientamenti, da trasmettere alla Regione Marche, sul presente e sul futuro della R.S.A. di Corinaldo.



Il Consiglio Comunale di Corinaldo esprime forte preoccupazione per il ritardo della fine lavori della Residenza Sanitaria Assistenziale di Corinaldo rispetto ai Programmi e alle dichiarazioni dell’ Assessore Regionale alla Sanità Almerino Mezzolani secondo il quale si sarebbe dovuta riaprire la struttura entro la fine del 2007 (dichiarazione pubblica aprile 2007 ); sollecita il “completamento definitivo” dei lavori della struttura da adibire ad R.S.A. (arredi interni, sistemazione esterna e dotazione organica ) e di prendere in considerazione l’ipotesi di riqualificare il piano terra di detta struttura per il Poliambulatorio con servizi integrati e specializzati, e l’apertura di studi dei medici di base; chiede che il Comune di Corinaldo venga coinvolto nella definizione delle future scelte che interessino le strutture ospedaliere e i relativi servizi presenti sul proprio territorio; sollecita il Direttore Generale della Zona Territoriale n. 4 Dott. Ing. Maurizio Bevilacqua a perseguire, con rinnovata fermezza, la volontà dei Sindaci del territorio manifestata attraverso le linee guida, approvate e sottoscritte dalla Conferenza dei Sindaci della Asur n.4 e segnatamente in data 16/12/2005, 19/01/2007 e 23/07/2007 ritiene indispensabile essere informato sul futuro della struttura “ex Medicina Generale”e degli altri immobili di proprietà dell’Azienda Sanitaria e chiede inoltre di sapere se la dirigenza dell\'Azienda Sanitaria della Zona Territoriale n.4 ha previsto il loro riutilizzo a fini sanitari e sociosanitari di dette strutture.



Il Consiglio Comunale di Corinaldo, infine, dà mandato al Sindaco e alla Commissione Comunale competente in materia (Servizi Sociali e Sanità) di avviare un confronto con la Regione e con le Organizzazioni Sindacali sui temi e le proposte del presente ordine del giorno. invita calorosamente il Presidente, Dott. Lucchetti, e i membri della V Commissione Consiliare Regionale Sicurezza Sociale a fare un sopralluogo presso le nostre strutture per aiutarci a risolvere le preoccupazioni e i dubbi della nostra Comunità. Si è provveduto al rinnovo del Consiglio di Amministrazione degli Istituti Riuniti di Beneficenza. Per la nomina del presidente, il capogruppo di maggioranza Mauro Cicetti ha indicato Gianni Aloisi, mentre da parte dei gruppo di minoranza il nominativo proposto è stato quello di Giuliana Bellagamba. E’ risultato eletto Gianni Aloisi. Per il consiglio di amministrazione i consiglieri eletti sono: per la maggioranza Luigi Costantini, consigliere delegato, Martina Maori e Franco Dobboloni; per la minoranza Gilberto Orciari.



Il sindaco Scattolini e i capigruppo Giampaolo e Saccinto al termine della votazione per il rinnovo del consiglio degli II.RR.B., hanno ringraziato il presidente avv. Donato Ciceroni e i consiglieri Giuseppe Barazzoni, Goffredo Luzietti, Marcello Massimi e Daniela Pieraccini Baldassarri per il lavoro svolto a favore della comunità locale ed un augurio di buon lavoro ai nuovi eletti. Il punto riguardante il progetto ampliamento residenza protetta per anziani è passato all’unanimità, mentre il successivo punto dell’adozione piano di lottizzazione del comparto ex Cantina Nevola è passato a maggioranza con l’astensione delle minoranze. Il punto relativo alla dichiarazione del Panathlon sull’etica nello sport giovanile è stato votato all\'unanimità. Dopo aver terminato tutti i 12 punti all’ordine del giorno, alle 1,50 il sindaco Scattolini ha dichiarato chiusa la seduta.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 03 aprile 2008 - 1666 letture

In questo articolo si parla di livio scattolini, politica, comune di corinaldo, corinaldo





logoEV
logoEV