La giunta compatta punta su Silvana Amati

silvana amati 1' di lettura Senigallia 31/03/2008 - Luana Angeloni, accompagnata da mezza giunta non si scompone dopo le richieste di dimissioni lanciata da Rifondazione. Sorridente e tranquilla il primo cittadino, assieme agli assessori Maurizio Mangialardi, Fabrizio Volpini e Gennaro Campanile ha presentato la candidatura dell\'amica e collega Silvana Amati, esponente del Pd in corsa per il Senato. 

Il Partito Democratico è una sfida che si sta rilevando vincente –spiega Silvana Amati-. La velocità e compattezza con cui è nato ha sorpreso tutti. Ora il radicamento sul territorio è in continua evoluzione. Un partito che quotidianamente mostra i suoi risultati per le vie cittadine. Un impegno che il sindaco Angeloni quotidianamente dedica alla sua città, a partire dalla complanare, un’opera pubblica di grande importanza. Impegno, rete territoriale e giovani sono il nostro segreto e la nostra arma in più. Dalle piccole alle grandi cose, se fatte con amore e cura, saranno sicuramente ben fatte. Ecco il nostro principio.


Il sostegno che l’Amati mostra al primo cittadino Angeloni e alla città di Senigallia si estende su tutti i campi. “Nel limite delle mie possibilità mi batterò per ripristinare la fermata del treno per Roma. È un impegno che mi prendo perché la nostra città non può essere penalizzata da questo punto di vista.” “Una delle peculiarità che la nostra Provincia mostra all’interno del panorama italiano è la presenza femminile –spiega il presidente della provincia di Ancona Patrizia Casagrande-. Sono infatti tre le donne candidate, un vero e proprio valore aggiunto.”








Questo è un articolo pubblicato il 31-03-2008 alle 01:01 sul giornale del 31 marzo 2008 - 7384 letture

In questo articolo si parla di luana angeloni, fabrizio volpini, luca borella, maurizio mangialardi, riccardo silvi, silvana amati, politica, gennaro campanile, patrizia casagrande, pd, silvina amati