La Angeloni: \'L\'uscita di Rc era un atto annunciato\'

giunta angeloni 3' di lettura Senigallia 28/03/2008 -

\"L\'uscita dalla maggioranza di Rifondazione Comunista non ha nulla a che vedere con la variante arceviese. Era un atto annunciato già da tempo\". Ne è convinta il sindaco Luana Angeloni che, all\'indomani del colpo di scena in consiglio comunale, si presenta con tutta la giunta (eccezione fatta per Simone Ceresoni, assente perchè malato).




\"La variante arceviese doveva essere approvata nel 2005 ma rimandammo per accogliere la richiesta di Rifondazione di eliminare dalla variante un\'area per insediamenti a rischio al Vallone -spiega il primo cittadino- la pratica poi è andata avanti ed è proseguita secondo quando contenuto anche nel programma di governo. Quindi uscire dalla maggioranza in occasione dell\'approvazione della variante è solo un pretesto. Anche la richiesta di verifica centra ben poco. Rifondazione ha cominciato a chiederla a due mesi dal mio secondo mandato iniziando poi la fase dei vari dissidi. C\'è una forza politica che è uscita da questa maggioranza e un assessore che si è dimesso ma non si può certo parlare di crisi come dimostra il fatto che la maggioranza è rimasta coesa e unita, tanto da approvare la variante arceviese\". Al momento le deleghe al turismo e alle attività economiche tornano in campo al sindaco che si riserva di attendere il post elezioni politiche prima di definire il nuovo assetto di giunta. \"Noi andiamo avanti concentrati nell\'azione di governo -prosegue la Angeloni- dopo le elezioni ci confronteremo con le altre forze di maggioranza e deciderà il nuovo assetto di giunta. Al momento non ho in mente il nuovo scenario, è presto per parlare di nuova nomina o di rimpasto\".


\"Ho cercato di capire che cosa Rifondazione intendesse per verifica politica -aggiunge l\'assessore Volpini, segretario del Pd- ma ho avuto solo indicazioni generiche. La verifica è un modo vecchio per voler avere visibilità\". Anche per il vice sindaco l\'atteggiamento di Rifondazione da tempo era più in linea con quello della minoranza che con quello della maggioranza. \"Già in due recenti atti importanti come il bilancio 2008 e la variante arceviese, Rifondazione si è detta contraria -afferma Michelangelo Guzzonato- nonostante il parere favorevole della città e, nel caso del bilancio, anche dei sindacati e delle categorie economiche. Questo credo proprio la dica lunga\". \"Chi si tira fuori dalla maggioranza lo fa per propria scelta -fa eco l\'assessore Maurizio Mangialardi- l\'Amministrazione va avanti spedita per continuare a governare e a dare risposte alla città\".


Soddisfatto per l\'approvazione della variante arceviese, anche l\'assessore all\'urbanistica. \"In questo anno, intercorso tra l\'approvazione della pratica e l\'adozione definitiva, abbiamo arricchito la variante per la riqualificazione dell\'arceviese di importante contributi -afferma Gennaro Campanile- abbiamo acquisito il parere favorevole di tutte e quattro le circoscrizioni cittadine in seguito ai numerosi incontri che abbiamo fatto su tutto il territorio interessato dal provvedimento. Abbiamo inserito emendamenti che hanno apportato migliorie e ottenuto anche il parere favorevole della Provincia. Non secondarie poi sono state le scelte di dare anche una risposta forte in materia sociale con la previsione di due comparti da adibire alla realizzazione di edilizia residenziale pubblica e la decisione di ridurre gli indici di edificabilità è in favore di una migliore qualità ambientale. Insomma, una pratica, quella approvata in tarda notte in Consiglio che convince anche chi inizialmente non era d\'accordo e mi riferisco alle imprese che avevano presentato ricorso al Tar. Tanto che tre dei quattro ricorsi sono stati ritirati\".








Questo è un articolo pubblicato il 28-03-2008 alle 01:01 sul giornale del 28 marzo 2008 - 4364 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, politica





logoEV
logoEV