contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
articolo

La discarica di Castel Colonna messa sotto accusa dalla Sinistra Aarcobaleno

2' di lettura
2079
di Riccardo Silvi
vivere.biz/riccardosilvi

sinistra l\'arcobaleno

La lettera che il sindaco di Castel Colonna, Massimo Lorenzetti, ha inviato al prefetto di Ancona per richiedere l\'ampliamento della sua discarica non è proprio andata giù alla Sinistra Arcobaleno che, dagli organi regionali e provinciali fino ai comitati locali si è scagliati contro il primo cittadino del paese.

\"Il piano Provinciale dei rifiuti è un punto importante su cui puntare - sottolinea Giuliano Brandoni, consigliere regionale di Rifondazione-. La lettera che Lorenzetti ha indirizzato al prefetto paventa una inefficacia del Pinao dei rifiuti insensata. Lil sindaco di Castel Colonna si lamenta di una crisi di rifiuti che nelle Marche non esiste. Altro non è che un tentativo di mettere i bastoni fra le ruote ad un piano dei rifiuti che sta maturando\".


Molto più critici i membri del comitato di Castel Colonna contro la discarica. \"In questa situazione c\'è un paradosso: quelli che non fanno niente vengono premiati -tuona Antonio Mucci, portavoce del comitato-. Nonostante il sindaco di Cast Colonna sapesse benissimo cosa prevede il piano provinciale, ossia la chiusura della discarica, ha voluto insistere sull\'ampliamento di questo sito. È scandaloso. Le conseguenze poi si riversano sui cittadini stessi. Appena due mesi fa Lorenzetti ha distribuito 5 mila euro a 16 famiglie, per un totale di 80 mila euro. Soldi che le famiglie avrebbero dovuto usare per sistemare da soli il problema dei cattivi odori. Ineccepibile\".


Ma non solo. La questione die rifiuti di Castel Colonna sta mettendo nuovamente a dura prova l\'alleanza senigalliese fra Rc e maggioranza. \"Un mese fa quando la commissione provinciale è andata a Corinaldo per il sopralluogo tutti erano d\'accordo, Mangialardi compreso, che il piano provinciale fosse la soluzione da seguire -chiosa Fabrizio Petrolati, consigliere provinciale di Rifondazione-. Adesso, dopo l\'interrogazione fatta in Consiglio Comunale dai Consiglieri Mancini e Curzi sembra aver cambiato idea sottolineando come il Piano è oramai superato. Anche questo sarà uno dei punti chiave con cui Rifondazione lascerà la maggioranza qui a Senigallia\".



sinistra l\'arcobaleno

Questo è un articolo pubblicato il 16-03-2008 alle 01:01 sul giornale del 17 marzo 2008 - 2079 letture