Arcevia: Bomprezzi fa il punto sulla differenziata

2' di lettura 30/11/-0001 -
L’assessore all’ambiente del comune di Arcevia, Andrea Bomprezzi, fa il punto sul nuovo servizio di raccolta domiciliare dei rifiuti solidi urbani, attivato ormai da circa due mesi.

dal Comune di Arcevia
www.arceviaweb.it


“La situazione comincia ad assestarsi, la percentuale di raccolta differenziata sta aumentando costantemente ma ci sono ancora vari problemi da risolvere, in parte dovuti alla lentezza del soggetto gestore nel recepire le problematiche che poniamo giornalmente”.

Dopo numerose sollecitazioni, venerdì scorso si è svolto un incontro tra l’amministrazione comunale, il Cir 33 e il soggetto gestore per risolvere definitivamente alcune situazioni rimaste a metà. “Dai prossimi giorni”, continua l’assessore, “nella frazione di S. Croce partirà il nuovo servizio di raccolta di prossimità con il posizionamento delle due isole previste, la scomparsa dei cassonetti, e la distribuzione dei bidoni per l’indifferenziato alle famiglie che ancora non l’hanno ricevuto; inoltre a Magnadorsa verrà posizionata una seconda isola di prossimità, richiesta da tempo. Per quanto riguarda invece l’area vasta, cioè le zone dove rimangono i cassonetti stradali, che sono stati tutti sostituiti con dei nuovi, la prossima settimana verranno posizionate le 4 isole di prossimità che si andranno a sostituire alle vecchie isole ecologiche di Montefortino, Palazzo, S. Pietro e Loretello, per permettere anche a quella parte di territorio di differenziare.”

“E’ importante comunque che tutti i disservizi siano segnalati all’ufficio tecnico comunale o all’assessore per riuscire a risolverli nel minor tempo possibile. Un’ultima cosa va detta: una minima parte di cittadini non sta facendo il proprio dovere, rovinando la differenziata con comportamenti superficiali e a volte provocatori: c’è chi sistematicamente non schiaccia le bottiglie di plastica, non piega i cartoni, differenzia male andando a mischiare i materiali, getta gli ingombranti nelle scarpate o di fianco ai cassonetti, svuota la frazione organica o senza sacchetto o con sacchetti di plastica, sapendo che l’amministrazione mette a disposizione gratuitamente i sacchetti idonei (da ritirare il primo e terzo giovedì del mese dalle 15 alle 18 presso la residenza municipale). Dopo il naturale periodo di assestamento, per tutelare la stragrande maggioranza dei cittadini che sta impegnandosi con pazienza e civiltà nel differenziare bene, cominceremo a fare controlli puntuali con le previste sanzioni per fermare comportamenti scorretti e dannosi per l’intera collettività”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 25 febbraio 2008 - 1599 letture

In questo articolo si parla di raccolta differenziata, andrea bomprezzi, comune di arcevia, cir33





logoEV