Senigallia piace ai vip e agli stranieri

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Con la primavera alle porte si delinea già il trend di turisti che affolleranno gli alberghi e le spiagge per quest'anno e stando alle testimonianze di Mauro Uliassi e di Loris Cucchi, gestore del Terrazza Marconi, i turisti che arriveranno sulla spiaggia di velluto per il 2008 saranno soprattutto stranieri e personaggi del Jet Set.



L'occasione per parlare di turismo è stata la presentazione della recente visita fatta da Mauro Uliassi a Chester, sponsorizzata dal “Terrazza Marconi”. “Il nostro “ambasciatore” Mauro Uliassi ha tenuto alto il nome di Senigallia -ha spiegato l'assessore al turismo Luigi Rebecchini-. L'iniziativa che, grazie all'agenzia turistica di Chester Grand Tourist e con la sponsorizzazione del “Terrazza Marconi” e dell'azienda produttrice di olio Petrini, ha portato Uliassi nelle cucine inglesi di Chester, è stata un successo. L'occasione è stata un ottima opportunità per promuovere la nostra città in linea con il lavoro sempre di promozione che sta svolgendo la Regione in Inghilterra.” E l'iniziativa non sembra volersi fermare. “Presto saremo presenti in diverse fiere in tutt'Europa -ha continuato Rebecchini-, da Parigi a Berlino, passando per diverse regioni italiane”.

Ma la promozione di Senigallia e della sua spiaggia continua con lo stesso Uliassi. “Per me viaggiare e conoscere è un divertimento, oltre ad essere l'opportunità per conoscere nuove culture e nuove ricette -ha sottolineato lo chef senigalliese-. Presto sarò ad Hong Kong e poi in giro per l'Italia. Devo dire che Senigallia sta diventando un punto focale per il turismo di tutta la riviera. Lo dicono i numeri dal 2001 al 2005 la crescita di turismo è stata zero, ma dal 2006 stiamo crescendo del 30%”.

Ma chi sono i nuovi turisti che arrivano a Senigallia? “Qui in città abbiamo una costante richiesta di qualità -ha spiegato l'assessore al turismo Rebecchini-. Non esistono più turisti sprovveduti”. “Quando ho aperto il terrazza Marconi sapevo che c'era l'esigenza di un albergo di qualità e il mercato ci ha dato ragione, siamo sempre pieni -sottolinea Loris Cucchi-. I nostri clienti? Si va dai grandi nomi come Lucio Dalla e Renato Zero fino ad arrivare ai turisti inglesi, sempre più numerosi”.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 febbraio 2008 - 3000 letture

In questo articolo si parla di riccardo silvi, turismo, uliassi


Brenno

13 febbraio, 11:02
Sarà forse che anche il turismo a Senigallia risente del fatto che ci sono pochi sempre più ricchi che si possono permettere tutto e molti che invece fanno fatica a permettersi quello che si potevano permettere qualche anno fa?<br />
<br />
Sarà per questo che chi ha puntato sul binomio alta qualità del servizio e altissimi prezzi vede crescere il suo fatturato più di quelli che invece puntano sulle classi medie o popolari?<br />
<br />
Che ci frega se Uliassi è pieno di vip quando per quasi tutti gli altri non c'è alcuna possibilità di entrarci? O se anche per entrare in pizzeria per farsi una pizza bisogna prima farsi i conti in tasca?<br />
<br />
<br />
<br />
Pare un discorso populistico, ma non è solo questo.<br />
Non ho capito quale turismo si vuole a Senigallia, se quello di massa (e quale tipo di masse?) o quello dei vip (stile Portofino).<br />
Bisognerebbe puntare, a mio avviso, su quello che dà più ricadute sulla città nel suo complesso. E non sono tanto sicuro che il vip che fa una capatina mordi e fuggi da Uliassi lasci qualcosa a Senigallia oltre a quello che lascia nelle capienti tasche di Uliassi stesso.<br />
<br />
<br />
<br />
<br />
PS chi è francesca?<br />
.

Anonimo

13 febbraio, 19:33
... anche dopo il Medio Evo una persona di rango<br />
poteva spogliarsi di fronte ad altri con una certa <br />
noncuranza e, con altrettanta noncuranza, esercitare in pubblico le funzioni corporali.<br />
<br />
--enrico dignani