x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Arcevia: concerto di Natale al teatro Misa

3' di lettura
1960
EV

Venerdì 28 dicembre 2007 alle ore 21,15 il Teatro Misa si terrà il Concerto di Natale organizzato dall’Amministrazione Comunale di Arcevia in collaborazione con la locale Pro Loco, con prenotazione obbligatoria presso l’Ufficio Cultura al n° 0731.984561 valide fino alle ore 21, poi saranno annullate. Ingresso euro 8,00.

dal Comune di Arcevia
www.arceviaweb.it

L’incasso della serata sarà devoluto al “Progetto Salute” che prevede l’acquisto di un digitalizzatore per l’attuale apparecchiatura di radiologia nell’Ospedale di Comunità, dove oggi è già funzionante un’attività di comunicazione di immagini ecografiche svolte (tra l’Ospedale di Comunità di Arcevia e l’Unità Operativa di radiologia e Diagnostica per Immagini dell’ASUR – Zona Territoriale n.4) con sistemi a tecnologia wireless.

Protagonista della serata di fama internazionale sarà Federico Mondelci e la “Italian Saxophone Orchestra”. L’orchestra composta da 12 sassofonisti diretti da Federico Mondelci, è un gruppo unico nel suo genere in Italia. Costituitasi nel 1985, ha tenuto concerti in tutta Italia riscuotendo entusiastici consensi. L'orchestra comprende nel suo organico tutti gli strumenti della famiglia dei sassofoni: il sopranino, il soprano, il contralto, il tenore, il baritono e il basso; la sua ricchezza timbrica ha sollevato l'interesse di molti compositori che gli hanno dedicato loro musiche. Il repertorio spazia dalla musica rinascimentale alla musica dei periodi classico-romantico fino ai nostri giorni includendo anche un nutrito numero di brani jazzistici. La Saxophone Orchestra ha appena effettuato un tour di concerti in Russia con importanti concerti a San Pietroburgo in occasione del Festival di Musica da Camera “Palazzi di San Pietroburgo”.

“Il concerto di Natale” dichiara il Sindaco di Arcevia Silvio Purgatori “ è l’occasione per augurare un sereno Natale a tutti gli arceviesi e ringraziarli perché contribuiscono, ogni giorno, a far crescere Arcevia ed a renderla sempre più accogliente. C'è bisogno di una grande tensione morale di tutti i cittadini per fare una città che va avanti. Questa tensione morale” continua il Sindaco Purgatori” è un nuovo spirito civico, che a sua volta non è altro che la propensione a mettere il bene comune avanti alle ristrette ed egoistiche visioni degli interessi particolari.

E' difficile farlo; bisogna non farsi guidare dal primo istinto che è per natura conservativo ed egoistico; bisogna tirare il fiato e innestare la marcia del razionale; e allora si scoprirà che il massimo vantaggio duraturo per ognuno si ottiene quando si realizza il massimo del bene comune: un bene che si misura concretamente proprio in una città che è una comunità nella quale è più facile riconoscersi. E siccome l'arrivo dell'anno nuovo si innesta su un periodo di feste, che non solo per i cristiani, ma per tutti, richiama i valori umani più veri (quelli della fraternità, della solidarietà, della bontà, del farsi carico un po' anche degli altri, soprattutto di quelli che sono più in difficoltà), allora spendiamo le feste per domandarci che cosa, anche di molto piccolo, possiamo fare per gli altri, per la nostra comunità, per la nostra città”.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 27 dicembre 2007 - 1960 letture