x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Paradisi: Belardinelli eviti l’imbarazzo al Consiglio, si dimetta oggi stesso

1' di lettura
1959
EV

Paradisi: "Il consigliere Belardinelli eviti di mettere di fronte il consiglio comunale ad un voto imbarazzante: si dimetta subito, prima ancora del voto dell’assemblea".

da Roberto Paradisi
consigliere comunale Liberi Per Senigallia

La nota vicenda della delibera del Consiglio Comunale 40/2007, la c.d. “Variante Arceviese”, impone una scelta che, prima ancora di essere giuridica, deve riguardare la morale politica degli individui. Come si ricorderà il consigliere della Margherita aveva partecipato, con voto peraltro determinante, alle votazioni della variante stessa, dell’emendamento n° 24, del sub-emendamento 2, degli emendamenti 25 e 26 in palese ed aperto conflitto di interessi in quanto proprietario di aree toccate dai provvedimenti in questione.

In particolare, detti emendamenti, proposti direttamente dal sindaco Luana Angeloni, hanno di fatto beneficato le zone BR4V dove abita Belardinelli stesso garantendo in queste zone una possibilità di ampliamento non prevista in altre zone anche limitrofi della città. L’invito non lo rivolgo anche al sindaco Angeloni e all’assessore Campanile, il cui attaccamento viscerale alle poltrone è noto, per i quali è facile prevedere uno scontro piuttosto animato in consiglio.

Un consiglio comunale che ha il dovere morale di rimandarli a casa. Ma il consigliere Belardinelli, il quale peraltro è coinvolto personalmente nella vicenda, ha la possibilità in queste ore di riscattare la sua immagine politica. Rassegni le dimissioni subito e chieda lui stesso l’invalidamento della delibera illegittima. E’ un atto dovuto nei confronti della città e dei tanti senigalliesi che si sono sentiti colpiti in modo iniquo dagli intollerabili privilegi della casta.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 28 novembre 2007 - 1959 letture