x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Asur: quattro nuovi volontari all'ospedale di Senigallia

2' di lettura
3816
EV

Dal 3 dicembre prossimo, e per un anno intero, il Presidio Ospedaliero di Senigallia ospiterà 12 volontari del Servizio Civile Nazionale, che saranno impegnati in due progetti proposti dall’ASUR - Zona Territoriale 4.

da Asur 4

Uno, denominato“Cocoon”, vedrà i volontari inseriti nelle realtà ospedaliere che accolgono più frequentemente pazienti anziani, per offrire loro momenti di compagnia, di svago e di socializzazione e favorire il mantenimento dell’autonomia degli stessi; potranno inoltre aiutare i familiari fornendo informazioni utili per l’assistenza a casa, dopo il ricovero ospedaliero. Per l’altro progetto, “Una bussola in ospedale”, sono state invece individuate varie sedi all’interno dell’ospedale, in cui i ragazzi potranno svolgere attività d’accoglienza e di orientamento agli utenti.

I progetti del Servizio Civile Nazionale prevedono, accanto all’impegno pratico, un percorso formativo che affronterà sia argomenti relativi ai principi e alla normativa riguardanti il Servizio Civile, l’obiezione di coscienza e la Protezione Civile, sia aspetti e tematiche legati alla struttura che li accoglie e alle attività che andranno a svolgere.

I ragazzi acquisiranno così strumenti utili per affrontare la loro attività con competenza e secondo i principi della solidarietà sociale. I volontari saranno riconoscibili grazie alla maglietta bianca con il logo multicolore del Servizio Civile Nazionale. Lo stesso logo identificherà la postazione base, che sarà situata in prossimità del nuovo ingresso del presidio e che sarà un prezioso punto di riferimento per tutti i cittadini che si recheranno in ospedale.

Diamo quindi il benvenuto e auguriamo buon lavoro a: Bruni Tommaso, Domenici Silvia, Esposto Virginia, Fiorani Amanda, Franceschini Valentina, Ghattas Nadia, Giulianelli Michela, Marino Eleonora, Mazzoli Matteo, Mazzoli Valentina, Panzone Linda, Sebastianelli Sara,


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 28 novembre 2007 - 3816 letture