x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Arriva l'ispettore per catalogare i testi del liceo Perticari

2' di lettura
2320
EV

Stamattina, martedì 13 novembre, arriverà finalmente a Senigallia un ispettore del Ministero della Pubblica Istruzione per iniziare l’opera di catalogazione di tutti i testi (molti antichi e preziosi) della biblioteca del liceo “Perticari” che erano stati colpevolmente abbandonati e accatastati in una stanza umida e non sicura di Palazzo Gherardi.

dal comitato Salviamo i Classici

Per Il “Comitato salviamo i classici” si tratta della prima significativa vittoria della battaglia di denuncia e sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul trattamento che è stato riservato, fino ad oggi, al liceo simbolo della cultura senigalliese. Esprimiamo dunque soddisfazione per la risposta concreta che il nuovo preside del liceo Classico prof. Franceschini ha voluto dare alla città e al comitato preoccupandosi immediatamente di preservare, e non solo a parole, quel che rimane del patrimonio storico e culturale del “Perticari”.

Si tratta di un nuovo corso della direzione scolastica che, finalmente, rende almeno un cenno di giustizia ad una scuola che, negli ultimi anni, ne ha subite davvero troppe. Vale la pena di ricordare che, quando nel 2001 fu abbandonata la sede storica del liceo, l’allora direzione della scuola abbandonò all’incuria tutto il patrimonio culturale e artistico senza nemmeno catalogare i quadri esposti nei corridoi e nell’Aula Magna. Catalogazione che non fu curata nemmeno dal Comune di Senigallia. L’arrivo dell’ispettore ministeriale servirà almeno a preservare ciò che è rimasto dopo lo strano e colossale furto verificatosi nel 2004 (con il Comune che presentò la denuncia dopo oltre quattro mesi dalla scoperta). Il “Comitato salviamo i classici” non abbandonerà comunque la battaglia per restituire ai cittadini Palazzo Gherardi che continua ad essere oggetto di interessi discutibili legati al mondo della speculazione edilizia.

Non dimentichiamoci, peraltro, che i locali dello storico palazzo ospitano ancora la strumentazione scientifica (in molti casi si tratta di reperti storici di enorme valore culturale) che è e resta abbandonata. E’ intenzione del comitato comunque, soprattutto dopo la concreta inversione di tendenza evidente nella nuova presidenza, avviare una stretta collaborazione con il liceo “Perticari” con il comune obiettivo di salvaguardare e valorizzare il patrimonio di uno dei licei più antichi delle Marche.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 novembre 2007 - 2320 letture