Cna Turismo: al via un progetto di marketing territoriale

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Sono 33 gli Agriturismi e 20 i Country House che vanno da Arcevia a Senigallia, con un totale di oltre 300 camere e circa 800 posti letto. Il turismo rurale e di qualità si conferma, quindi, anche nella nostra zona come una realtà molto significativa e può essere considerato uno dei fattori guida nello sviluppo territoriale integrato e sostenibile.

di Cna Senigallia


“Tali strutture oltre ad essere aperte tutto l’anno – afferma Marzio Sorrentino, Segretario della CNA di Senigallia - sono integrate con il territorio e in stretta connessione con le attività agricole presenti localmente. Valorizzano e promuovono non solo le produzioni tipiche ma anche l’ambiente naturale, le bellezze paesaggistiche, le tradizioni e la cultura, l’artigianato artistico e di qualità. Tutti gli elementi, cioè, che contribuiscono a formare l’identità delle nostre comunità locali. Svolgono, in sostanza, una funzione di marketing territoriale”.

E’ partendo da queste considerazioni che la CNA, in collaborazione con la Confederazione Italiana Agricoltori, ha avviato un progetto - che parte dalla zona di Senigallia - teso a sostenere la categoria, puntando sulla crescita manageriale degli imprenditori ma soprattutto per incoraggiare e sostenere una effettiva penetrazione nel mercato estero. “Proprio per questo - aggiunge Giovanna Curto, Vice Presidente della CNA di Senigallia - verranno attivate collaborazioni fra operatori marchigiani ed europei, puntando alla costituzione di una società, che avrà il compito di proporre prodotti ed eventi turistici ai mercati che verranno individuati, gestendo la promozione e la commercializzazione presso il circuito dell’intermediazione internazionale e nazionale”.

L’Università “Carlo Bo” di Urbino, attraverso alcuni docenti della facoltà di Economia, collaborerà al progetto, affiancando le imprese, con l’obiettivo di approfondire le principali dinamiche del mercato turistico, di far condividere le buone pratiche aziendali puntando alla ideazione di nuove attività, di prodotti turistici e di proposte di soggiorno specifiche.

Il progetto punta, inoltre, a migliorare la qualità dell’accoglienza e a mettere in rete le imprese, coinvolgendo non solo le strutture ricettive ma tutte le altre componenti territoriali interessate e le risorse disponibili, sviluppando finalmente quelle dinamiche di sistema spesso auspicate, attivando una efficace azione di marketing territoriale.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 29 settembre 2007 - 2205 letture

In questo articolo si parla di cna