Torna la festa internazionale del Pane

Senigallia 30/11/-0001 -
Immaginate una città completamente inebriata dalle fragranze del pane caldo appena sfornato, dove il sapiente puntuale lavoro notturno dei fornai avviene di giorno e a cielo aperto, visibile a tutti. Immaginate una città dove oltre a infilare il naso nei profumi, si possa aprire la bocca e gustare, si possano infilare le dita nella pasta per modellarla a proprio piacimento.

dal Comune di Senigallia
www.comune.senigallia.an.it


Forni accesi, mani, farina, acqua, aria, lievito. Gesti antichi e pazienti, di solito silenziosi e solitari, diventano un vero e proprio spettacolo per riscoprire o imparare la magia di un’arte antichissima e essenziale, che scandisce i nostri giorni, che nelle sue mille forme e varietà nutre le culture più diverse, nessuna esclusa. La città dove tutto ciò accade è Senigallia (Marche – AN). Manca solo una settimana all’inizio di “Pane Nostrum”, Festa internazionale del pane che si svolge dal 20 al 23 settembre 2007, sul prato della Rocca Roveresca e in Piazza del Duca.

La manifestazione del Comune di Senigallia, Confcommercio e C.i.a. della Provincia di Ancona, realizzata in collaborazione con Camera di Commercio di Ancona, Provincia di Ancona Assessorato all’Agricoltura, Regione Marche Assessorato Agricoltura verrà presentata ufficialmente in conferenza stampa la prossima settimana.

Per quattro giorni, la spiaggia di velluto si fa ancora più morbida e invitante, Senigallia diventa la città dell’arte bianca e i visitatori possono scoprire storia e geografia del pane, possono imparare a distinguere un pane dall’altro, a scegliere e acquistare in modo consapevole, a fare il pane da soli. “Pane Nostrum” non è una semplice vetrina espositiva dove vige il “guardare e non toccare”, è un’occasione per conoscere un alimento che mangiamo tutti i giorni senza pensarci. Conoscerlo grazie a chi lo fa, i maestri panificatori al lavoro, tra impasti e racconti. Conoscerlo con tutti i sensi e vederlo nascere, prendere forma, lievitare, indorarsi, diventare fragrante e pronto da mangiare fumante. Tante e tali sono le varietà del pane in tutto il mondo che ogni anno “Pane Nostrum” decide di concentrarsi su un tema o un’area specifica. I protagonisti di questa edizione sono i “Pani del grande freddo”, quelli tipici di alcune regioni del nord Italia e nord Europa: Irlanda, Belgio, Olanda, Inghilterra, Germania, Francia, Trentino Alto Adige, Piemonte e naturalmente, come ogni anno una sezione speciale dedicata alle Marche. Attenzione speciale sarà data infatti al pane di casa, quello marchigiano di filiera ovvero realizzato secondo le regole della tracciabilità (dalla provenienza dei cereali, al luogo della lavorazione, fino alla panificazione). A questo pane sarà riservato uno dei 5 spettacolari forni a cielo aperto in piazza del Duca.

Tra le aree più apprezzate da pubblico di Pane Nostrum queslla dei corsi di panificazione. Le iscrizioni ai corsi gratuiti per adulti, che si svolgeranno nell’aula didattica dei Giardini della Rocca il 21, 22 e 23 settembre (primo turno 18.30/20.30, secondo turno 21/23), sono già aperte. Il numero è limitato e dato il successo della scorsa edizione, è consigliabile prenotare per tempo. Il numero a cui rivolgersi per le prenotazioni dei corsi di panificazione è sempre 338.4861951. Oltre quelli per adulti, sono infatti previsti e attesi anche corsi riservati ai più piccoli: "Mani in pasta! - Il gioco di fare il pane", sempre ai Giardini, tutti i giorni dal 20 al 23 settembre, dalle 15.30 alle 17.30. La novità di quest’anno è la sezione riservata alla celiachia con relativo corso di panificazione che si svolgerà giovedì 20 settembre alle 19.30. L’intolleranza permanente al glutine (contenuto in alimenti come pane e pasta) è in aumento nella popolazione, ma ancora sottovalutata. Per questo “Pane Nostrum” ha deciso di collaborare con l’Associazione Italiana Celiachia che sarà presente per dare informazioni precise.

“Pane Nostrum” tornerà a proporre anche quest'anno la “Notte dell’Arte Bianca”, sabato 22 in cui il profumo di pane si attarda e i maestri rimangono a panificare fino a notte fonda, accompagnati da musica dal vivo. Info per il pubblico: 338.4861951





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 14 settembre 2007 - 2009 letture

In questo articolo si parla di comune di senigallia


Daniele_Sole

14 settembre, 08:53
Ahhhhh<br />
Con quegli stuzzicanti odori è la maniera migliore per terminare l'estate.<br />
E poi, merito della manifestazione, l'anno scorso si è persino riusciti a vedere Sindaco e Assessori al lavoro mentre infornavano pagnotte&co;-)

Anonimo

14 settembre, 09:51
Chiss'à se come gli anni passati avremo pane di modesta qualità venduto a prezzi esorbitanti in piazza del Duca??<br />
Speriamo che le cose siano migliorate.. ma ne dubito..<br />
<br />
--Paolo