Il telefonino di Mangialardi alla Corte dei Conti

Senigallia 30/11/-0001 -
La vicenda della bolletta salata del telefonino “pubblico” dell'assessore ai lavori pubblici Maurizio Mangialardi finisce sul tavolo della Corte dei Conti.

di Giulia Mancinelli
penelope@viveresenigallia.it


A dare seguito alla denuncia di Liberi per Senigallia, che ha stilato la graduatoria dei telefoni cellulari più “roventi” in Comune, c'ha pensato l'avvocato senigalliese Claudio Bevilacqua che sulla vicenda ha presentato un esposto alla Corte dei Conti di Ancona.

Secondo la denuncia dell'opposizione, l'assessore ai lavori pubblici, solo nel 2006, aveva speso con il cellulare datogli in dotazione dal Comune 4.379,74 euro, circa 330€ ogni mese.

Una cifra quasi otto volte superiore a quella del sindaco Luana Angeloni (551 euro), e di molto superiore ai colleghi di Giunta Luigi Rebecchini (285 euro) e Michelangelo Guzzonato (84 euro).

Queste denunce sono fatti gravi cui va dato un seguito – ha detto l'avvocato Claudio Bevilacqua - ho deciso di presentare l'esposto alla Corte dei Conti nell'interesse dell'assessore Mangialardi.

Dato che qualche tempo fa dichiarò di fare politica per passione, e quindi suppongo che abbia rinunciato alla sua indennità di assessore, e dato che ormai noto a tutti che sarà in corsa per succedere al sindaco Angeloni, è opportuno, nel suo interesse, che così come la moglie di Cesare non solo non doveva commettere nulla di disdicevole me nemmeno tenere atteggiamenti criticabili, credo che sia utile che sulla questione venga fatta chiarezza
”.

Nell'istanza presentata alla corte dei Conti, il legale chiede che “venga accertato, tramite i tabulati telefonici, a chi l'assessore Mangialardi abbia fatto tante telefonate, condannando lo stesso alla restituzione dell'equivalente del costo delle chiamate qualora risultassero fatte per uso privato”.

Dopo il “la” dato dall'avvocato Bevilacqua, la Corte dei Conti ora avvierà l'istruttoria per entrare in possesso dei tabulati telefonici dell'assessore ai lavori pubblici e stabilire quindi se le telefonate sono state fatto per uso privato o “pubblico”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 12 settembre 2007 - 3374 letture

In questo articolo si parla di maurizio mangialardi, giulia mancinelli, claudio bevilacqua


melgaco

12 settembre, 03:35
Mi sto scompisciando dalle risa.

Anonimo

12 settembre, 07:05
Commento sconsigliato, leggilo comunque

bobodoggy

12 settembre, 07:23
Bonazzo com'è l'avrà usato per contattare qualche gnocca.<br />
Che c'è di male?

Anonimo

12 settembre, 08:28
06.06.2007<br />
&#8220;Si sta facendo un gran dibattito sui costi della politica ma nessuno dice che le elevate spese per remunerazioni e stipendi non toccano le istituzioni locali come Senigallia ......".E' bravo Pinocchio....Mangialardi non mi rappresenti.<br />
<br />
--Stefano S.

Gabriel

12 settembre, 10:49
Come mai Mangialardi non ha smentito l'accusa di Paradisi che sta avendo seguito anche ad opera di altre persone?<br />
Comunque concordo anche io nel dire che se dagli accertamenti risulterà che le telefonate erano private oltre alla restituzione dei soldi l'assessore dovrebbe dimettersi; la scelta sarebbe a sua discrezione ma il buon senso dovrebbe dettare questa decisione.<br />
Ma prima di dire qualsiasi cosa bisogna attendere l'esito delle verifiche; però sono contento che qualcosa ogni tanto in questo paese funzioni.

Anonimo

12 settembre, 11:20
Commento sconsigliato, leggilo comunque

grifone

12 settembre, 13:14
Ovviamenti tu sei uno che non paga le tasse, altrimenti la penseresti diversamente ...

Gabriel

12 settembre, 13:33
No vedi è che prima tutti sono incazzati con i politici che sono privilegiati, sprecano, malgovernano, allora leggono "La casta", firmano al v-day ecc. e poi quando gli parli di casi concreti si mettono a ridere.<br />
Questo dimostra che alcuni (non tutti!!!) si meritano di avere quei politici che abbiamo

Anonimo

12 settembre, 16:04
Commento sconsigliato, leggilo comunque

melgaco

12 settembre, 16:17
Ieri su Libero c'era un bellissimo articolo di Giampiero Mughini.<br />
<br />
Raccontava di come l'altro giorno in metropolitana avesse incontrato un idraulico (o un falegname...non ricordo)...comunque un artigiano che qualche tempo prima aveva fatto un lavoro a casa sua.<br />
Sto tizio, avendo riconosciuto Mughini ha attaccato a parlarci esaltando Grillo che combatteva contro sti ladri della casta privilegiata blablabla...Mughini ha chiuso l'articolo ricordando di come quell'artigiano per fargli il lavoro in casa aveva posto come condicio sine qua non il pagamento in nero, senza fattura.<br />
<br />
Ecco...io la penso come Mughini.<br />
<br />
I nostri politici, nazionali e locali, sono dei ladri schifosi.<br />
Ma anche noi tutti, chi più e chi meno, lo siamo.<br />
<br />
Compresi Mangialardi, Grillo e Melgaco.

Daniele_Sole

12 settembre, 16:58
Qualcuno (non io) fa un altro discorso: "perchè se fregano tutti, il più cojone che non frega devo essere io?"<br />
Infatti penso, a buon titolo, di essere un cojone.<br />
Molto cojone.<br />
Pure troppo.

Anonimo

12 settembre, 17:36
<br />
Melgaco dice cose di una sciatteria che pure il vecchio partito del Qualunquismo non gli darebbe la tessera.<br />
<br />
Mughini pensi a fare il Vip del calcio, o del fosforo se ne ha in zucca.<br />
<br />
Aborrooooo non i ladri come categoria sociale, ma chi mi fa le scarpe sì (senza nessuna intenzione contro i calzolai, poveretti, che per resistere devono mettere i prezzi dei tacchi come oro colato). Ecco, secondo me c'è un lassismo generale che fa schifo.<br />
<br />
Non ho votato il V-Day solo, e dico solo, per NON essere schedata. Perché questo è il vero problema. E credo che anche Grillo sappia che non tutti quelli che c'ha sotto il palco, se li inviterebbe volentieri a casa sua... Quella è solo audience.<br />
<br />
<br />
--V-forever

Anonimo

12 settembre, 17:41
<br />
Se è per questo l'Assessore Mangialardi "non ha smentito" neanche altre notizie.<br />
Per esempio non ha chiarito perché lui va agli incontri dei CIR33 come rappresentante per Senigallia dell'Ambiente. La qualità urbana si occupa dei rifiuti? Solo qui. Negli altri comuni è sempre l'Assessore all'Ambiente che va agli incontri.<br />
Forse il cellulare l'ha usato per chiamare il CIR e informarsi sui lavori che riguardano la pulizia.<br />
Deve parlarci tanto e tanto a lungo perché qui è tutta una gran zozzuria, in giro non si vedono che rifiuti. Per esempio, gli specchi rotti lasciati in via Giordano... Nessuno ha pensato che magari qualche bambino giocando potrebbe farsi male? Ah, già, qui a Senigallia i bambini non giocano, quello lo fanno i politici.<br />
<br />
--Picchio

melgaco

12 settembre, 18:21
Vedo che avete tutti il coraggio di scagliare la prima pietra.<br />
<br />
Evidentemente siete tutti puri e casti.<br />
<br />
Meglio così.<br />
<br />

Anonimo

12 settembre, 19:14
<br />
Non sono né pura né casta, sono una donna -come cantava anni fa la Fratello...<br />
Ho lavorato in un'azienda in cui non potevo telefonare a nessuno se prima non chiedevo il permesso al direttore e ne spiegavo la motivazione. In 2 mesi non ho potuto telefonare a nessuno. La posta e le email che arrivavano dovevo protocollarle e fotocopiarne una per la segretaria del capo, che le controllava per lui. <br />
Questi sono i posti di lavoro di chi ha un contratto-prova...<br />
Quindi, se permetti, quando sento certe cose mi girano i coglioni che non ho, ma che mi prestano sovente i giovani alti, belli e molto intelligenti.<br />
<br />
Non hai argomenti, Melga...<br />
<br />
--V-forever

melgaco

13 settembre, 13:54
Io conosco le debolezze umane.<br />
So che nessuno è perfetto.<br />
E non ho mai creduto a chi si definisce tale.<br />
<br />
Tutto qua.<br />
Sono gli unici miei argomenti.

Anonimo

13 settembre, 14:12
Commento sconsigliato, leggilo comunque

melgaco

13 settembre, 17:08
Voglio dire che un po' ladri lo siamo tutti (vedi articolo di Mughini).<br />
<br />
E la nostra classe politica ci rappresenta alla perfezione. E' in grande quello che noi siamo in piccolo.<br />
<br />
Questa battaglia contro questa presunta "casta" non è altro che la rappresentazione all'esterno delle nostre contraddizioni interne tra il nostro bisogno di una morale individuale e l'umana, umanissima e meravigliosa tentazione di ottenere più di quanto meritiamo con ogni mezzo, mettendola magari nel culo al prossimo.<br />
<br />
Ma umano e umanissimo sono io. E quindi parlo solo per me.<br />
<br />
Voi siete Santi.<br />

Anonimo

19 settembre, 23:32
<br />
Voi Beppe Grillo ve lo meritate!<br />
Sapeste quanti ce ne sono pronti a sparare sul pianista... e mica pallottole. Solo i cretini sparano pallottole.<br />
(Ferisce più la lingua che la spada, dice il Libro)<br />
<br />
-- Mede... statte acccuorte




logoEV