Il Gabbiano porta Venezia a Senigallia

Senigallia 30/11/-0001 -
Il cinema Gabbiano riapre con due film dal festival di Venezia: Io non sono qui, con Richard Gere e Cate Blanchett e l'ultimo film di Sabina Guzzanti Le ragioni dell'aragosta, con Cinzia Leone e Francesca Reggiani.
Dal 03 ottobre riprende la rassegna "mercoledì d'essai" con il film "le ferie di Licu" di Vittorio Moroni, che sarà in sala durante la proiezione del film.

dal Cinema Gabbiano
www.gabbiano.senigallia.biz


Io non sono qui
Da venerdì 07 a mercoledì 12 settembre
Orari: venerdì - sabato - domenica: 20.00 - 22.30
lunedì - martedì - mercoledì: 21.15


Trama:
Il film racconta le vicende di sei personaggi, ognuno dei quali rappresenta un aspetto diverso della vita e della musica di Bob Dylan. Finora è l'unico film sulla sua biografia ad aver ottenuto l'approvazione dell'icona della cultura pop. Il film parla della vita di Bob Dylan, degli inizi della sua carriera come cantante folk, della conquista dell'apice del successo nei primi anni '60, della controversa svolta verso il rock, dell'incidente di moto e del conseguente ritiro dalle scene fino all'ultima parte della sua carriera. Haynes è riuscito a scoprire nuove informazioni sulla vita, già analizzata a fondo, della leggenda del rock, soprattutto sulla sua infanzia e sulla sua vita privata, custodita molto gelosamente.
Ogni storia esprime un aspetto della versatile personalità di Bob Dylan e ogni storia è stata girata in maniera diversa, in uno stile adatto al tema: Woody (Franklin), un ragazzo di colore di undici anni sempre in fuga; Robbie (Ledger) un seducente attore, sempre in viaggio; Jude (Blanchett) la giovane rockstar androgina; John/Jack (Bale) un idolo del folk che si reinventa come evangelista; Billy (Gere), il famoso fuorilegge, che ormai ha una certa età, che è vivo solo per miracolo.
Sei personaggi, sei storie, sei periodi diversi della cantante, mescolati e divisi in modo armonico, spettacolare, stilisticamente ben costruito. Un viaggio a tappe che ripercorre la vita della star dalla fuga per andare al capezzale del suo idolo in ospedale, attraverso la collaborazione con Joan Baez, l’amore intenso per la moglie, l’incidente in moto e tanti altri capitoli della travagliata vita di Bob Dylan. Il tutto, ovviamente, condito da una colonna sonora fantastica, che ci ripropone le opere di Dylan sia in versione originale che interpretata da uno dei personaggi.
Il film dal punto di vista tecnico è splendido sia per quanto riguarda la parte narrativa che quella puramente fotografica. È intenso, coinvolgente, affascinante.

Le ragioni dell'Aragosta
Da venerdì 07 a mercoledì 12 settembre
Orari: venerdì - sabato - domenica: 20.30 - 22.30
lunedì - martedì - mercoledì: 21.15


Trama:
In un piccolo villaggio della Sardegna occidentale, Su Pallosu, si ritrovano gli attori di "Avanzi" (programma tv satirico degli anni '90), per mettere su uno spettacolo a sostegno della causa dei pescatori di questa zona, in grandi difficoltà ed ormai demoralizzati per i danni economici che lo spopolamento del mare gli sta recando.
Tra i pescatori, Gianni Usai, un ex operaio della Fiat ed ex sindacalista, é il motore dell'iniziativa, é lui, infatti, che riesce a dare la spinta giusta per far partire l'organizzazione. Non sarà facile, ma alla fine gli attori avranno a disposizione un grande anfiteatro a Cagliari, colmo di gente...
A due anni da “Viva Zapatero!” (2005), Sabina Guzzanti torna dietro la macchina da presa con “Le ragioni dell’aragosta”, da lei stessa definito un esperimento sull’agire, sulla difficoltà di organizzarsi e di aggregare.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 06 settembre 2007 - 3689 letture

In questo articolo si parla di cinema, cinema gabbiano


Anonimo

06 settembre, 10:59
Serie A!<br />
<br />
--Riù

Anonimo

06 settembre, 11:23
w il gabbiano!!! <br />
<br />
--lara