statistiche accessi

Mondolfo: Diotallevi perplesso sulla casa di riposo

3' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Siamo venuti a conoscenza della repentina rimozione della coordinatrice della cooperativa che gestisce attualmente la casa di riposo in virtù di un appalto indetto da codesta medesima amministrazione.



Tale rimozione appare del tutto anomala per i modi e i tempi in cui è stata effettuata; ancor più perplessità solleva la vicenda poiché il personale interno diretto dalla medesima persona unanimemente ha dimostrato grande stima per la loro direttrice, sempre indicata come persona competente e capace, professionalmente preparata e dotata di grande sensibilità nella conduzione degli affari inerenti la direzione della struttura. Di questo anche lei sig. Sindaco ne è al corrente, per aver personalmente ricevuto una loro delegazione formatasi spontaneamente per chiederle di intervenire positivamente in favore della loro direttrice.

Parimenti, mai nessuna lagnanza o protesta risulta esserci giunta da parte di parenti, amici o terzi aventi causa degli ospiti della struttura in merito a come la casa di riposo veniva gestita. La stessa direttrice sarà inoltre destinata a medesimo incarico presso altre strutture gestite dalla cooperativa, cosa che può testimoniare della validità della persona stessa in relazione al suo lavoro.

Di converso, numerose testimonianze individuerebbero nella stessa amministrazione di Mondolfo e in alcune personalità dell’ amministrazione dell’Unione dei Comuni, e segnatamente nella persona del suo vicepresidente Carloni Alvise al tempo stesso consigliere di questo comune, i personaggi informati dei fatti che avrebbero avuto grande voce in capitolo in questa vicenda.

Tutto ciò premesso si chiede:
1) qual è la posizione del Comune di Mondolfo, in qualità di membro dell’Unione dei Comuni che ha espresso il vicepresidente della stessa, in merito alla vicenda e alla figura della direttrice in procinto di esser rimossa dal suo incarico;
2) se la cooperativa ha informato l’amministrazione, anche tramite l’Unione dei Comuni, dell’avvicendamento della direttrice e se si, quali motivazioni ha addotto;
3) se esistono comunicazioni di qualsiasi natura intercorse tra il Comune di Mondolfo, Unione dei Comuni e la Cooperativa in relazione alla figura della direttrice;
4) se esistono contestazioni da parte di questa amministrazione, inviate all’Unione dei Comuni, nei confronti della direttrice, in relazione allo svolgimento del suo lavoro e se si, di quale tipo e rilevanza, in quali specifiche situazioni, se sono reiterate, se c’è stato riscontro da parte della cooperativa;
5) se esistono contestazioni da parte di parenti, amici o terzi aventi causa degli ospiti della casa di riposo verso la direttrice in relazione allo svolgimento del suo lavoro e se si, di quale tipo e rilevanza, in quali specifiche situazioni, se sono reiterate, se c’è stato riscontro da parte del comune e della cooperativa;
6) se risponde al vero il fatto che questa amministrazione eccepisce motivi o fatti rilevanti nei confronti della direttrice in relazione allo svolgimento della sua mansione, tali da chiederne l’allontanamento, e se si, quali sono, in quali circostanze sono intervenuti e quale evidenza scritta se ne produce;
7) qual è la data di scadenza del contratto di gestione con la cooperativa.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 31 agosto 2007 - 2453 letture

In questo articolo si parla di mondolfo, carlo diotallevi, per cambiare





logoEV
logoEV
logoEV