statistiche accessi

Muore gettandosi sotto un treno

1' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
È successo ieri notte, a pochi chilometri dalla stazione di Senigallia, in zona Ponte Rosso.



F.M., un giovane di 22 anni residente a Milano e in villeggiatura a Senigallia con il fratello e con degli amici, in piena notte si è gettato sui binari mentre transitava in direzione nord un treno ad alta velocità. Durante le ore notturne i convogli che transitano a Senigallia toccano velocità sopra i 150 chilometri orari e per il giovane ragazzo non c’è stato scampo, il suo corpo è stato dilaniato nell’incidente. Neanche il macchinista del treno si è accorto dell’accaduto.

L’impatto terribile ha reso addirittura irriconoscibile il corpo del giovane, identificato solamente grazie alla carta di identità che aveva in tasca. Il corpo è stato rinvenuto solo con le prime luci del giorno dal personale delle Ferrovie addetto al controllo dei binari. Stando alle prime indagini F.M. si era allontanato dal gruppo di amici con cui era venuto a Senigallia in vacanza senza dire nulla.

Una volta perse le sue tracce e non vedendolo rientrare in albergo è scattato subito l’allarme, lanciato dagli amici stessi. Le ricerche durate tutta la notte però non hanno portato a nessun esito, fino al rinvenimento del corpo ieri mattina. Sul posto è intervenuta la Polizia Ferroviaria che dopo i rilevamenti ha cercato di stabilire la dinamica dell’accaduto. L’ipotesi del suicidio è la più accreditata.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 agosto 2007 - 6563 letture

In questo articolo si parla di riccardo silvi, ferrovia





logoEV
logoEV
logoEV