statistiche accessi

Torna il Cajun e Tex Mex Diner per mangiare anni '50

4' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Foglie di cactus? C’è anche questo nel saporito menù 2007 del Cajun e Tex Mex Diner al “Summer Jamboree” di Senigallia, giardini della Rocca, aperto dal 17 al 26 agosto.
Tortillas, grigliate miste, speziate, piatti piccanti, guacamole, Tacos, Chili, onion rings, Hawaiian coffè e tante altre delizie. Aperto dal 17 agosto, tutti i giorni del festival si inizia alle 18 con lezioni gratuite di ballo. Poi dj set di Ol’Woogies e live dei Kool-A-Tones.

dal Summer Jamboree
www.summerjamboree.com


Nopales, Jambalaya, Gumbo, Southwestern Barbecue, Tacos, Nachos, Cheesecake. Non sono i nomi di gruppi rock and roll ospiti del cartellone 2007 del “Summer Jamboree”, ma i nomi di piatti nordamericani che si troveranno nel menù del Cajun e Tex Mex Diner 2007. I fan del Festival di musica e cultura americana degli anni ’40 e ’50 avranno dunque potranno immergersi nell’atmosfera di quegli anni anche attraverso il palato, guastando tutti i sapori che ancora oggi raccontano la mescolanza di etnie tipica del territorio nordamericano. È la quotidianità statunitense a tavola. Il Cajun e Tex Mex Diner aperto da venerdì 17 (giornata del pre-festival) a domenica 26 agosto sempre ai giardini della Rocca di Senigallia, dalle 18 all’1 di notte.

Ogni sera, la cena sarà allietata anche da un dj set e da un gruppo live. Per quanto riguarda la prima giornata, il 17 agosto, via al pre-festival dalle 18. Si inizia con una Dance Camp free lesson, si prosegue dalle 19 alle 20 con la selezione di dj Ol’Woogies che introduce i travolgenti scanzonati Kool-A-Tones live dalle 20 alle 22.30. La notte proseguirà di nuovo con la selezione di dj Ol’Woogies fino all’una. Musica rock and roll e cibo speziato e piccante. Anche quest’anno, il ristorante multietnico permetterà di assaggiare alcuni di quei piatti che caratterizzano la cultura statunitense, ma che non vengono esportati con la distribuzione del mercato globale. Lo chef che se ne occupa è sempre l’apprezzato ed esperto professionista del gusto Andrea Caferri.

Tra le novità di quest’anno ci sono Gumbo, Tacos con diverse farciture tra cui i Nopalitos, Quesadillas con nuova preparazione e altri gustosi piatti da scoprire direttamente a tavola. I nopales sono foglie di cactus tipiche dell’area messicana dove la pianta ha origine. I Nopalitos adeguatamente preparati si mangiano in insalata, come verdure grigliate, con le uova, nelle zuppe o anche nelle tortillas di mais. Ecco qualche assaggio del menù 2007. Tra un appuntamento e l’altro del Festival, per rifocillarsi e riprendere forze prima di riprendere a ballare a ritmo di rock and roll live, si potranno gustare Jambalaya (riso, gamberi, salsiccia e spezie della Louisiana), Gumbo (piatto cajun particolarmente speziato), la grigliata mista Souwthwestern style, ovvero cotta alla brace solo dopo averla passata nella speciale salsa barbeque. Immancabili il Chili con carne e tortillas, Chicken Faijtas dal Nuovo Messico, le Quesadillas con la novità dei Nopalitos ovvero foglie di cactus a striscioline.

Non mancheranno neanche gamberi e calamari grigliati con spezie Cajun, stecchi doppi di petto di pollo grigliato piccante, pollo fritto tipico delle feste nel Kentucky. Anche quest’anno, nel menù si conferma il “Po Boy”, il panino italo americano con polpa di granchio fritta, pomodori, lattuga, cipolla e tabasco che viene dal New Orleans. La storia di questo panino chiamato “Poor Boy” (“Po Boy”) è curiosa e nasce il giorno in cui una signora di un chiosco impietosita da un piccolo emigrante affamato che guardava i panini disse “C’mon, give a sandiwich to this po boy!” (su, date un panino a quel povero ragazzo!). Come dessert, il menù Cajun e Tex Mex prevede una vera istituzione dell’America del nord, ovvero la Strawberry Cheesecake insieme con una deliziosa macedonia di frutta tropicale e spezie, tipica della costa del Pacifico.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 20 agosto 2007 - 5360 letture

In questo articolo si parla di enogastronomia, summer jamboree





logoEV
logoEV
logoEV