statistiche accessi

chester: Il postino non suona sempre due volte

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Un postino della piccola cittadina di Little Sutton, ha confessato di non aver consegnato più di 1.500 pacchi e di averli invece gettati.
Considerato da tutti i suoi concittadini “il miglior postino”, Brian Davis è stato accusato di non aver consegnato la posta in tre occassioni e di aver gettato il tutto in un centro di riciclo.

di Isabella Agostinelli


Davanti ai magistrati della corte di Chester, il ventitreenne ha giustificato la sua condotta con: “mi sentivo sotto pressione da parte dei direttori della Royal Mail”. Il suo avvocato, Chris Hunt ha sottolineto infatti come il suo cliente stesse vivendo un momento difficile e come fosse sottoposto a un grande stress in quel periodo: “Si tratta di una storia molto triste. Il signor Davis si era procurato una grave lesione al ginocchio mentre giocava a calcio. Era stato spostato a fare le consegne in un quartiere a lui sconosciuto e non riusciva a camminare bene. Tuttavia non poteva prendere degli antidolorifici dato che questi avrebbero potuto avere degli effetti negativi sul suo lavoro. Sentiva di non poter comunicare con i dirigenti che non gli hanno poi fornito nessun tipo di supporto”.

Il rappresentante legale della Royal Mail, Lanchan Nisbet, ha dichiarato invece che il signor Davis: “ha commesso un abuso di fiducia e ha minato la fiducia dei cittadini nei confronti del sistema postale”.

Il primo episodio di negligenza da parte di Brian risalirebbe allo scorso marzo. Mentre si trovava nell’ufficio postale, ha iniziato a perdere sangue dal naso, macchiandosi cosí l’uniforme. Brian ha chiesto allora di poter tornare a casa per cambiarsela ma il suo superiore gliela ha negata. Mentre stava facendo il suo turno di consegne, il suo naso ha ricominciato a sanguinare, sporcando questa volta i pacchi. Brian ha quindi gettato il tutto in una pattumiera per la raccolta differenziata ed è ritornato in ufficio.

David ha dato le dimissioni dal suo incarico ad aprile e al momento lavora part time come commesso. Il suo processo avrà una sentenza definitiva solo tra alcuni mesi, ma la sua situazione, a parere del presidente della magistratura Howard Evans, é quanto mai difficile: “I fattori aggravanti sono che l’uomo ha agito deliberatamente, che il suo gesto ha comportato una perdita della posta pubblica e ad una perdita di fiducia nel sistema postale”.

Speriamo che in futuro i postini inglesi suonino due volte prima di gettare la posta nei bidoni.

www.cheshireonline.co.uk
Tutte le citazioni e i dati sono stati presi dall’articolo “Postman placed 1,500 items in recyclin bin”, di Paul Mannion, Chester Chronicle del 10/08/07
.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 14 agosto 2007 - 5860 letture

In questo articolo si parla di chester, posta

Leggi gli altri articoli della rubrica chester





logoEV
logoEV