statistiche accessi

La Regione approva il progetto senigalliese per i campeggi ecologici

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
L’assessore all’Urbanistica del Comune di Senigallia, Gennaro Campanile, comunica con grande soddisfazione che è stata accolta dalla Regione Marche - Servizio Ambiente - la richiesta di finanziamento di 132.400 euro per la redazione di un progetto presentato dal Servizio Urbanistica nel gennaio 2007, in risposta al bando di attuazione del “Programma Regionale Azioni Innovative 2000-2006 - Azione 7.3 - Bando sub azione a) “Progetti per la gestione integrata degli impatti ambientali in aree produttive significative, secondo il modello delle aree produttive ecologicamente attrezzate”.

dal Comune di Senigallia
www.comune.senigallia.an.it


Si tratta del progetto denominato ECOGATE – Gestione Attrezzature Turistiche Ecoefficienti, che riguarda la pianificazione, la progettazione e la gestione ambientale della zona turistica di espansione prevista dal PRG in zona Ciarnin, e rappresenta l’estensione alla zona ricettiva di iniziativa privata dei criteri progettuali adottati nel progetto di sviluppo sostenibile della zona dei campeggi, già redatto dal servizio Urbanistica e pubblicato nel Libro “ECOCAMP, MANUALE DEL CAMPEGGIO SOSTENIBILE”.

In sostanza il progetto prevede di organizzare l’intera zona turistica come una APEA, ovvero come un Area Produttiva Ecologicamente Attrezzata, secondo le linee guida approvate dalla Regione Marche (DGR 157/05), in cui dovranno essere garantiti i criteri di ecoefficienza fissati dalla Regione e una gestione unica ambientale.

Il programma di lavoro si articola in 4 distinte fasi progettuali:
1)Un Piano d’Area (piano urbanistico preliminare) che dovrà definire requisiti urbanistici, territoriali, edilizi e ambientali dell’APEA, la cui approvazione da parte del Consiglio comunale è propedeutica agli interventi di iniziativa privata;
2)Un disciplinare delle infrastrutture, dei servizi comuni e delle strutture ricettive dell’APEA e i criteri di ecoefficienza che dovranno raggiungere, verificandone in via preliminare la fattibilità tecnica, economica e gestionale;
3)Una carta di gestione unica ambientale dell’area turistica, che preveda un sistema di monitoraggio delle prestazioni ambientali, la fornitura di servizi collettivi, la definizione e la verifica del Programma Ambientale, e un percorso partecipativo tra tutti soggetti coinvolti;
4)Un progetto definitivo del parco litoraneo, interno all’APEA, previsto dalla Variante di valorizzazione della zona costiera, dove si collocheranno le attrezzature turistico-ricettive che necessitano di un collegamento diretto con l’arenile e saranno individuati servizi di qualità e ad alta innovazione utilizzabili tutto l’anno (sport, musica, benessere…).

Si tratta dunque di un progetto di grande rilevanza per il Comune nell’ambito di attuazione del programma di riqualificazione della costa avviato con la Variante costiera, sia dal punto di vista dello sviluppo sostenibile del territorio, sia per il rilancio di un’offerta turistica alternativa, ecoefficiente e di grande qualità ambientale.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 08 agosto 2007 - 3910 letture

In questo articolo si parla di comune di senigallia, campeggio