statistiche accessi

Pubblico attentissimo per l'esibizione dell'organista Roberto Antonello

3' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Programma impegnativo tra partiture contemporanee e omaggi a Buxtehude, giovedì scorso (2 agosto) nell’ambito del 6° Festival Internazionale Organistico di Senigallia. Pubblico attentissimo, l’organista Roberto Antonello fa i complimenti al Festival. Prossimo concerto, il 9 agosto, evento del cartellone 2007: il grande Maestro Ben Van Oosten.

dal Festival Organistico Internazionale


Ha fatto i complimenti al pubblico, all’organizzazione e all’intero Festival Organistico Internazionale di Senigallia, il Maestro Roberto Antonello dopo il concerto di giovedì scorso, 2 agosto 2007.

Sorpreso dall’attenzione con cui il pubblico ha seguito la musica e l’impegnativo programma proposto, Antonello ha apprezzato ed è stato apprezzato. Ha fatto un "ottimo lavoro sullo strumento" ha osservato la direttrice artistica del Festival Federica Iannella. Ha infatti saputo risvegliare in ogni sua sfumatura l’organo Pinchi opus 422, costruito dalla omonima ditta di Foligno per la chiesa di Santa Maria della Neve di Senigallia, dove da 6 anni si svolge il Festival. Rigorosa l’esecuzione di composizioni di Dieterich Buxtheude, autore e organista della seconda metà del Seicento (maestro anche di Johann Sebastian Bach), di cui quest’anno ricorre il trecentesimo anniversario dalla morte. Superlativa l’esecuzione dei brani di Maurice Duruflé (1902-1986) : Prélude sur l'Introït de l'Épiphanie op. 13 (1961), Fugue sur le thème du Carillon de Soissons op. 12 (1962) e Hommage à Jean Gallon (1953).

Autore poco affrontato Duruflè finora dagli artisti ospiti del Festival in questi 6 anni, innovativo per il suo tempo, appartenente alla scuola sinfonica, ma ancora legato ad armonie riconoscibili. Il Maestro Antonello ha dunque contribuito alla riscoperta di questo che fu tra l’altro il successore di Widor, offrendolo in un crescendo romantico intenso, con bellissimo fraseggio e attraverso la ricerca di sonorità e una scelta di registri ammirevole. Repertorio su cui Antonello lavora da tempo, Roberto Antonello è non a caso l’unico italiano finalista del prestigioso Grand Prix de Chartres in 37 anni di concorso. Bellissima anche “Variations on Two Themes” scritta dal compositore contemporaneo Naji Hakim (nato nel 1955). Scrittura grintosa, con effetti ritmici che Antonello ha eseguito con energia. Compositore egli stesso, musicologo, Antonello è anche molto quotato come docente e tiene diversi corsi di perfezionamento in Conservatorio. Attualmente è docente titolare di Organo e Composizione Organistica al Conservatorio “Pedrollo” di Vicenza. Il prossimo concerto del Festival Organistico Internazionale di Senigallia 2007 è un vero evento. Il 9 agosto arriverà infatti il grande Ben Van Oosten, eccezionale Maestro dello strumento ambito dai più prestigiosi festival internazionali.

Arrivato alla sua 6° edizione, il Festival torna a proporre appuntamenti ispirati da e dedicati a uno degli strumenti più imponenti e sacri della musica antica e contemporanea: l’organo. Il cartellone a cura del Maestro Federica Iannella e promosso dalla Fondazione Uccellini-Amurri con la collaborazione del Comune di Senigallia Assessorato alla Cultura, prevede appuntamenti ogni giovedì, dal 5 luglio fino al 23 agosto. I concerti hanno inizio alle 21.15. L’ingresso è gratuito.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 04 agosto 2007 - 4854 letture

In questo articolo si parla di festival organistico





logoEV
logoEV
logoEV