statistiche accessi

Il coordinamento civico ancora contro il piano delle antenne

1' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Le dichiarazioni rilasciate dall’assessore Ceresoni e dai suoi alleati in conferenza stampa lasciano di stucco.

di Coordinamento Civico


Simone Ceresoni entrò in politica raccogliendo voti per le battaglie ambientaliste, anche quelle contro qualsiasi installazione di antenne e tralicci. Prese i suoi voti, arrivò in consiglio, capitalizzò il consenso e si fece elargire la poltrona da assessore. Ora, da quello scranno a cui si è incollato, installa le antenne anche violando una precisa norma regionale delimitando, con un escamotage illegittimo, dei fazzoletti di terra all’interno di aree protette (parco verde e area pr impianti sportivi) e cambiando solo per questi isolotti di pochi metri quadrati una destinazione urbanistica diversa.

Risultato: all’interno di un’area verde e di un’area sportiva avremo due quadratini di area destinata ad impianti tecnologici. Et voilà, con un mediocre gioco di prestigio, le antenne spunteranno sopra la testa di bambini e sportivi. Con l’assicurazione di Ceresoni e Castriota: “abbiamo tutelato l’area verde e l’area sportiva”.

Complimenti. In questo quadro, è davvero esilarante il commento del verde Castriota che accusa la nostra opposizione di “aver preso in giro i cittadini”. Ci sembra che il coro “buffoni buffoni” scandito da quei cittadini fosse rivolto proprio a Castriota e compagni, non a noi. Riflettano questi consiglieri di maggioranza prima di parlare a sproposito e continuare a fare pessime figure di fronte alla città.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 04 agosto 2007 - 1067 letture

In questo articolo si parla di coordinamento civico





logoEV
logoEV
logoEV