statistiche accessi

Giochi Senza Barriere: aperte le iscrizioni alla 25° edizione

3' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
I Giochi Senza Barriere sono una tre giorni di giochi in terra e in acqua organizzati annualmente dalla parrocchia di Santa Maria della Neve (Portone) per bambini dai 7 ai 13 anni, svolti solitamente nel periodo di fine agosto.

dai Giochi Senza Barriere


Ogni anno essi coinvolgono, oltre a più di 250 bambini partecipanti, anche ragazzi ed adulti provenienti dalla suddetta parrocchia e da altre nella diocesi di Senigallia, i quali si adoperano per l’organizzazione dei tre giorni.

Nati nel 1982, essi consistono essenzialmente in tre giorni di giochi in campo e in piscina nella fascia mattutina e pomeridiana; durante essi i bambini, divisi per squadre e posti sotto la responsabilità degli animatori, gareggiano sia in competizione che in collaborazione, e nel contempo (nell’intervallo tra un gioco e un altro) sono educati dagli animatori stessi, per mezzo di una solida ed efficace attività di formazione, a valori ed ideali cristiani come amore, amicizia, tolleranza e molti altri ancora.

Come già anticipato, i Giochi sono arrivati al traguardo delle 25 candeline: durante questo arco di tempo si sono succeduti centinaia di giovani (dei quali la maggior parte ex-bambini partecipanti) ed adulti che hanno sempre provveduto a trovare il famoso tema a cui ispirarsi per creare l’ambientazione, la scenografia, le strutture e lo spirito della tre giorni di giochi, ad arricchire l’evento con spettacoli di musica e recitazione ed infine a organizzare la cena del sabato sera, in occasione della premiazione delle squadre.

In occasione di tale anniversario il tema prescelto è stato Il Giro del Mondo in 80 Giorni, ispirato all’omonimo romanzo fantastico di Giulio Verne e alla recente trasposizione cinematografica con Jackie Chan. Pertanto i giochi in terra e in acqua saranno connessi con momenti, oggetti (come non pensare subito alla celebre mongolfiera?) e luoghi rinvenibili nel racconto ed arricchiti da spunti e trovate ad hoc da parte del comitato organizzatore dei Giochi. Inoltre è prevista un’edizione particolare arricchita dal ritorno di persone che hanno organizzato le precedenti e ritrovatesi per dare anch’esse una mano e per contribuire con altre sorprese.

Da quest’anno i Giochi Senza Barriere sostengono un progetto di solidarietà: il progetto “Non Solo Pozzo” promosso dalla comunità parrocchiale del Portone, che ha come primo obiettivo la raccolta fondi per la costruzione di un pozzo in Tanzania, creando così una sorta di gemellaggio con queste popolazioni. L’appuntamento con i GSB è previsto per il pomeriggio del 22 agosto per la divisione dei bambini in squadre e per il 23-24-25 agosto per lo svolgimento dei giochi. Le iscrizioni sono aperte da lunedì 6 agosto fino al raggiungimento di 256 ragazzi iscritti. È possibile iscriversi all’oratorio del Portone in via Gramsci dal lunedì al venerdì dalle 17.30 alle 19.15. La quota di partecipazione è di 10€ per ragazzo, di cui 2€ destinati al progetto “Non Solo Pozzo”.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 agosto 2007 - 2232 letture

In questo articolo si parla di giochi senza barriere





logoEV
logoEV
logoEV