statistiche accessi

Basket: la Goldengas verso la rinuncia alla serie B1

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Non è ancora ufficiale, ma la posizione della società sembra orientata verso questa soluzione.



La riunione di mercoledì sera delle ore 19, convocata dalla Goldengas Senigallia per incontrare tifosi e appassionati e discutere sulla questione ripescaggio, ha chiarito la posizione della società favorendo anche un confronto con tutti i presenti.

Il presidente Claudio Moroni nel prendere la parola ha ricordato il lungo cammino che l'attuale dirigenza sta compiendo da ormai molti anni, evidenziando la necessità e l'urgenza di nuove forze e risorse; poi è entrato maggiormente nello specifico della questione ripescaggio e di quanto accaduto negli ultimi due mesi:

“Ci sono state nelle ultime settimane importanti entrate nel consiglio direttivo, anche se ancora non si è riusciti a trovare un successore alla presidenza. Poi, quando ormai tutti pensavamo alla B2, è arrivata questa possibilità di ripescaggio che ci pone di fronte a un bivio. B1 significa, rispetto alla B2, in positivo, un campionato di maggiore livello tecnico, e più appetibile in generale. In negativo però anche budget più alto, che infatti nelle ultime settimane abbiamo cercato di aumentare ottenendo anche risposte positive in tal senso e meno staticità rispetto al passato. Ma in ogni caso significa anche meno vittorie e un campionato per forza di cose comunque di bassa classifica, con trasferte dure e meno attrattive rispetto allo scorso anno perché finiremmo a sud”.

Moroni ha precisato di non aver preso una posizione definitiva e di aver soltanto illustrato le diverse prospettive che i due tornei avrebbero comportato. Ha però ribadito come “l'equilibrio e la sanità economica della società siano prioritari su tutto, per mantenere viva e dare continuità alla stessa in un epoca dove molte in breve tempo scompaiono o falliscono”. Una scelta che fa decisamente pendere l'ago della bilancia dalla parte della B2.

Anche i tifosi, in un clima rilassato e cordiale, hanno espresso la loro idee manifestando taluni il rammarico per una grande occasione non colta e per l'abbandono di un campionato così prestigioso ma la società auspica che con le nuove risorse si possa ricreare entusiasmo pur in una categoria inferiore, “con un torneo che non sarà di vertice ma che potrebbe almeno nelle intenzioni essere più ambizioso di quanto potevamo sperare fino a qualche settimana fa”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 agosto 2007 - 1946 letture

In questo articolo si parla di basket, goldengas, andrea pongetti