x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Castel Colonna: arrivato il pensionamento per due benemeriti

2' di lettura
1692
EV

In occasione dell’ultimo Consiglio Comunale, nel corso di una commovente cerimonia, il Sindaco Dott. Massimo Lorenzetti, a nome dell’Amministrazione Comunale di Castel Colonna, ha consegnato delle targhe commemorative al “vigile” Sig. Sandro Manocchi e al “maestro” Fabio Bellini che hanno lasciato l’attività lavorativa per raggiungimento dell’età pensionabile.

dal Comune di Castel Colonna

Il Sindaco ha reso riconoscente omaggio e perenne plauso alle virtù civili di questi due benemeriti lavoratori, che hanno dedicato cuore e mente al servizio del paese: Fabio Bellini e Sandro Manocchi, accomunati entrambi dallo stesso ideale, quello di una professione che può talvolta diventare una missione. Al termine della loro lunga carriera lavorativa, il Sindaco ha ricordato come oggi più che mai, il nostro riverente e grato pensiero va alla solerzia ed al tenace impegno, con i quali entrambi si sono dedicati ai giovani. L’uno, il “maestro” Bellini, nelle aule della locale Scuola Elementare, ha curato l’educazione e la formazione di generazioni di Castelcolonnesi; l’altro, il “vigile”, e non solo, Sandro Manocchi, ha accompagnato diverse nostre generazioni a scuola, giorno dopo giorno e con tutti i climi, alla guida dello scuolabus comunale, educandoci anch’egli come un buon padre di famiglia.

Un doveroso e condiviso tributo alla “storia” di due vite che valgono, un messaggio di laboriosità, dignità e probità, che viene affidato alla comunità e tramandato in particolare ai giovani, per i quali entrambi tanto si sono prodigati, affinché ne traggano esempio e stimolo, un esempio che l’Amministrazione Comunale auspica che da oggi rimanga impresso per sempre nelle targhe, loro consegnate quale affettuosa testimonianza della considerazione e della stima di noi tutti Castelcolonnesi. La cerimonia è poi proseguita con un lungo e caloroso applauso.



Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 luglio 2007 - 1692 letture