x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Rebecchini: gli abusivi saranno multati

2' di lettura
2105
EV

Le norme che disciplinano l'utilizzo dell'arenile vanno rispettate e i trasgressori saranno ovviamente multati”.
L'assessore al turismo Luigi Rebecchini “stoppa” il proliferare dell'abusivismo in spiaggia e rilancia controlli a tappeto e multe per i contravventori.

di Giulia Mancinelli
penelope@viveresenigallia.it

Dalle attrezzature da spiaggia incatenate in pianta stabile sull'arenile libero, dai venditori ambulanti e vu cumprà irregolari, alle barche arenati al di fuori degli appositi spazi adibiti al rimessaggio fino al mancato rispetto del divieto per i baretti del lungomare di somministrare le bevante nei bicchieri e bottiglie di vetro.

Sarebbe superfluo dire che le norme vanno rispettate ma evidentemente è bene ricordarlo - afferma Rebecchini - sappiamo che esistono comportamenti che vanno contro le norme come i possessori di ombrelloni, lettini e sdraio che invece di portare via le attrezzature da spiaggia dopo il tramonto, addirittura le incatenano. La spiaggia libera è di tutti e da tutti deve essere liberamente fruibile, nessuno può farne un uso improprio”.

Stesso discorso vale anche per i possessori delle imbarcazioni, arenate in molti tratti di spiaggia libera, tra Cesano e il Ciarnin. “Anche in questo caso l'appello che faccio è di rimuovere tutte le imbarcazioni che possono essere rimessate solo nelle apposite aree - aggiunge Rebecchini - in tutti questi casi ci saranno rimozioni e anche multe, come nel caso dei baristi del lungomare che continuano a somministrare bevante in bicchieri e bottiglie di vetro. Occorre più rispetto e senso di civiltà anche perché i vetri che vengono rinvenuti in spiaggia rappresentano un pericolo costante per i bagnanti”.

Un'estate senigalliese che sta procedendo a ritmi serrati, tra sole, mare, turisti, feste e movida. E per il buon prosieguo della stagione occorre senso di civiltà.
La stagione estiva sta andando bene - sottolinea l'assessore al turismo - Senigallia è una città frizzante, con un buon movimento turistico e con una movida che attira anche da tanti giovani e questo ci piace molto. Da parte di tutti però occorre senso di responsabilità e rispetto delle norme perché trasgredire sarebbe controproducente per tutti”.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 21 luglio 2007 - 2105 letture