x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Mondolfo: Carboni, Per Cambiare si arrampica sugli specchi

3' di lettura
2213
EV

Carboni: "Anche se la gente è perfettamente in grado di valutare in autonomia l’operato di questa Amministrazione, senza nessun bisogno di interpretazioni di parte, francamente è abbastanza sconcertante leggere quasi quotidianamente articoli del capogruppo della lista di minoranza "Per Cambiare" che da ogni argomento trae spunto per tentare una improbabile “arrampicata sugli specchi” ascrivendosi ogni merito su qualunque decisione e su qualunque iniziativa presa dall’Amministrazione di Mondolfo".

da Mirco Carboni
Assessore ai Lavori Pubblici – Ambiente
comune di Mondolfo

Verrebbe voglia di fare le cose senza annunciarle per evitare che il giorno prima appaia il solito articolo di Diotallevi che ripete sempre la stessa litania: “Siamo riusciti ad ottenere che...”.

I cittadini di Piano Marina - secondo la minoranza - sarebbero da considerarsi cittadini di serie B perchè l’Amministrazione ha deciso di costruire in questo quartiere una nuova scuola (!!) ed ha recentemente deciso di sistemare le aree verdi di via Raffaello (recintando l’intera area, realizzando un nuovo campo da calcio, risistemando i giochi, dividendo la zona giochi dal campo di calcio come richiesto dai residenti, realizzando un nuovo parcheggio a servizio sia della scuola che della zona verde) e di via della Luna (con rifacimento di tutta la staccionata e sistemazione del verde e delle panchine). Tutto questo mi sembra semplicemente paradossale e fuori da ogni logica.

Imputare poi l’esiguo numero di iscritti alla fatiscenza della struttura è veramente ridicolo e ingeneroso: la struttura non è affatto fatiscente ed è stata completamente ritinteggiata la scorsa estate come sono stati fatti interventi di tinteggiatura e di sistemazione su quasi tutti i plessi del territorio comunale utilizzando ingenti risorse economiche, perchè questa Amministrazione è molto sensibile ai problemi della scuola e perciò mi sembra fuori luogo ogni tentativo di mistificazione e di strumentalizzazione su questo tema.

Sempre a proposito di scuola Diotallevi tenta l’ennesima “arrampicata sugli specchi” come al solito cercando di anticipare l’amministrazione su decisioni già prese da tempo per prepararsi il terreno e poter ripetere in futuro la solita litania: “E’ tutto merito nostro” oppure “Siamo riusciti ad ottenere che...”.
La realtà, però, è molto diversa e noi sappiamo bene che bisogna allargare il campus, lo sappiamo talmente bene che questa è da tempo una delle nostre priorità e non per niente questo è uno dei punti qualificanti del nostro programma, per verificare questo basta andare a leggerlo.
Semplicemente l’amministrazione, per non ricorrere all’assunzione di nuovi mutui che andrebbero evidentemente a gravare sul bilancio comunale e quindi sulle tasche dei cittadini pensa di far realizzare questo ampliamento direttamente a carico dei lottizzanti dell’adiacente comparto di espansione residenziale ed in questa logica rientra anche la pista polivalente di Piano Marina che l’amministrazione si è impegnata a realizzare. Lo abbiamo ripetuto più volte anche in consiglio comunale: non possiamo e non vogliamo, per quanto possibile, assumere nuovi mutui ma intendiamo egualmente realizzare gran parte delle nuove opere pubbliche, comprese quelle relative al ciclo integrato delle acque, seguendo questa via che ci sembra più razionale e più equa.

La stessa cosa è già successa per la recente vicenda della biglietteria della stazione di Marotta: l’amministrazione si è subito mossa per la sua riapertura e, di concerto con il nostro rappresentante in regione, il consigliere regionale Vittoriano Solazzi, abbiamo lavorato per ottenerla senza pensare a demagogiche raccolte di firme come ha fatto la minoranza coinvolgendo in questa raccolta, guarda caso, il consigliere regionale D’Anna che farebbe bene ad organizzarne una analoga per la sistemazione della stazione di Fano.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 17 luglio 2007 - 2213 letture