x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Bagarre sul lungomare per i controlli della Municipale

2' di lettura
2634
EV

Proteste sul lungomare per i controlli della Polizia Municipale. Automobilisti e scooteristi si sono resi protagonisti domenica sera di una accalorata protesta contro una pattuglia dei Vigili Urbani che stava effettuando alcuni controlli sul lungomare Alighieri.

di Giulia Mancinelli
penelope@viveresenigallia.it

Nel mirino della Municipale infatti sono finiti, intorno alle 23, tutte le automobili e i motorini che si trovavano a transitare sul lungomare, all'altezza del Ponte Rosso. La pattuglia della Municipale, posizionata proprio davanti a Palazzo Venezia, aveva il chiaro intento di “pizzicare” i mezzi motorizzati che stavano transitando sul lungomare mentre era in corso l'isola pedonale.

Un controllo a tappeto che però non è risultato particolarmente gradito alla maggior parte degli automobilisti che hanno acceso una colorita discussione con il vigile di turno. La paletta della Polizia Municipale alzata per tutte le vetture e gli scooter, che venivano fatti accostare a lato della carreggiata, ha provocato in pochi minuti una lunga coda di auto. Tutti automobilisti che ovviamente rivendicavano la “legittimità” del loro transito, obbligato lungo l'area pedonale per uscire dal lungomare dopo aver parcheggiato in una delle traverse prima delle 21, orario di inizio dell'isola pedonale.

Una bagarre che ha attirato l'attenzione di moltissimi passanti e avventori dei locali del lungomare che hanno assistito con stupore a tutta la scena e in molti hanno rivolto anche commenti di “solidarietà” per gli automobilisti. Al di là della modalità più o meno “insolita” del controllo avvenuto l'altra sera, dalla Polizia Municipale arrivano indicazioni chiare per il rispetto della normativa vigente in merito all'isola pedonale.

“E' chiaro che il transito in un'area pedonale è consentita ai mezzi che devono uscire dalla via da dove erano entrati prima dell'entrata in vigore del provvedimento e infatti nessuna multa è stata per questo elevata -spiegano dalla Municipale- a chi viene fermato basta spiegare al Vigile la situazione. Per il resto, con la dovuta premessa che la Polizia Municipale ha il diritto di fermare e controllare tutti i mezzi, il senso civico degli utenti passa anche attraverso un minimo di educazione e di tolleranza”.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 17 luglio 2007 - 2634 letture