x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Montemarciano: l'impegno del prefetto d'Onofrio per la rotatoria

2' di lettura
2114
EV

L'ormai proverbiale sensibilità del Prefetto di Ancona, Dott. Giovanni d'Onofrio, riuscirà forse a sbloccare in tempi rapidi l'annoso problema della rotatoria a Marina di Montemarciano, nella confluenza di Via Honorati con la Statale Adriatica.

dal Comune di Montemarciano
www.comune.montemarciano.ancona.it

Proprio nei giorni scorsi il Comune di Montemarciano aveva inviato una lettera alquanto risentita alla Direzione Nazionale e Compartimentale dell'ANAS, che pure avevano individuato in tale tratto di strada statale uno dei punti più critici per il traffico e la sicurezza a livello nazionale. Da qui l'appello al Ministro delle Infrastrutture ed al Sig. Prefetto affinchè intervenissero a sostegno delle legittime attese dell'Amministrazione comunale e di quanti si trovano a dover transitare a Marina di Montemarciano, costretti spesso a code chilometriche.

Ebbene, il Prefetto d'Onofrio ha pienamente recepito le preoccupazioni del Sindaco e della Giunta di Montemarciano ed ha già convocato per mercoledì 11 luglio, alle ore 10,00, presso la Prefettura i rappresentanti del Comune e l'Ing. Fagioli del Compartimento ANAS di Ancona per discutere di tale argomento. Dopo la riunione suddetta, il Prefetto ed il Sindaco incontreranno i Responsabili Provinciali delle Forze dell'Ordine per analizzare i problemi della sicurezza nel territorio comunale.

Ai già ben noti fenomeni della prostituzione e della microcriminalità, si sono aggiunti, altri reati di più rilevante consistenza, come lo spaccio e l'uso di sostanze stupefacenti, le ripetute incursioni ladresche nelle abitazioni, la presenza di malviventi specializzati nel raggiro soprattutto delle persone anziane, eccetera. A tale riguardo degna lode è stata l'iniziativa dei Comandanti della Compagnia di Senigallia e della Stazione Carabinieri di Montemarciano, che, nel corso di apposite assemblee, si sono recati nei Centri Sociali di Montemarciano e di Marina per mettere in guardia i numerosi presenti sui rischi derivanti dalle azioni malavitose poste in essere soprattutto ai danni degli anziani.

Tale situazione, però non può essere affrontata soltanto con le sole Forze di stanza a Montemarciano (Carabinieri e Polizia Municipale), costrette ad operare in evidente esiguità di organico, quando invece sarebbe necessaria una più assidua e massiccia presenza diurna e notturna delle pattuglie. Anche per questo problema, il Sindaco Cingolani aveva richiesto l'autorevole intervento del Prefetto, volto al potenziamento dei servizi di vigilanza ed ancora una volta il Dott. D'Onofrio, con la consueta sensibilità che lo caratterizza, si è immediatamente attivato in tal senso.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 10 luglio 2007 - 2114 letture