x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Ostra Vetere: sul bilancio i documenti sono certificati

2' di lettura
4796
EV

L’unica cosa che ad Ostra Vetere è in dissesto è la minoranza consiliare e tutto il centrosinistra, che alle ultime elezioni provinciali sono andati in frantumi, come dimostrano i dati elettorali”.
Replicano così il Sindaco di Ostra Vetere Massimo Bello e l’Assessore Carlo Casagrande alla monotona e ripetitiva presa di posizione del gruppo di minoranza che puntualmente, all’indomani dell’approvazione di provvedimenti di bilancio, da tre anni tira fuori il solito ed ormai arcinoto comunicato stampa per affermare che tutto va male.

Ci pare che i consiglieri di minoranza siano arrivati al capolinea. Davanti alla mole di documenti e di atti firmati, controfirmati e certificati dagli uffici, dai revisori dei conti e dal ministero continuano ancora a ripetere le stesse cose, a fare congetture e ad affermare che non hanno risposte. Delle due l’una: o fanno finta di non comprendere i contenuti di tutti i documenti che leggono scrupolosamente, oppure non riescono proprio a capire. E questo è ancor più grave.

I documenti di questa Amministrazione sono tanti, a disposizione di tutti e descrittivi di ogni singola situazione, come del resto accade in tutti i Comuni, e le relazioni allegate ai bilanci ed ai conti consuntivi sono esaustive di cifre e di commenti approfonditi, seri e puntuali rispetto al passato, invece, ove la precedente Amministrazione usava confezionare le relazioni di bilancio con qualche paginetta, tra l’altro poco esplicativa ed incomprensibile.

Ora, ci sembra fuori da ogni logica affermare che questa Amministrazione non fornisce risposte. La verità è che il gruppo di minoranza legge solo ciò che gli interessa, mistificando qualsiasi contenuto o notizia, e ciò per fare solo propaganda elettorale fine a se stessa e politica di basso cabotaggio. Con queste prese di posizione pretestuose e strumentali, poco serie e disfattiste, la minoranza dimostra ancora una volta la propria pochezza e superficialità.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 06 luglio 2007 - 4796 letture