contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

I disabili sulle strisce pagano solo la prima frazione di ora

1' di lettura
3343
EV

L'assessore alla mobilità Simone Ceresoni interviene sulla vicenda della multa assegnata dall'ausiliario del traffico all'auto con il tesserino per disabili parcheggiata sulle strisce blu.

di Giulia Mancinelli
penelope@viveresenigallia.it
“Al momento la normativa in vigore nel nostro comune prevede che i disabili parcheggino nei posti a loro riservati -spiega l'assessore alla mobilità Simone Ceresoni- qualora il veicolo di un disabile venga parcheggiato sulle strisce blu, è previsto che venga pagato il regolare ticket per la sosta per almeno la prima frazione di ora e dunque venticinque centesimi, sia in centro che sul lungomare. Dopodichè il mezzo con l'apposito tesserino per disabili esposto può restare in sosta anche tutta la giornata”.

Una normativa che appare poco sensibile nei confronti delle problematiche dei portatori di handicap, considerando soprattutto l'esiguità del numero di parcheggi “gialli” e considerando che purtroppo spesso sono occupati anche da chi non avrebbe titolo per farlo.

“Attualmente nel nostro comune la normativa è questa -aggiunge Ceresoni- tuttavia stiamo valutando la possibilità di introdurre altre soluzioni per la liberalizzazione della sosta per i disabili, anche alla luce di alcune sentenze emesse in altre città italiane”.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 luglio 2007 - 3343 letture