contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Casa cantoniera in degrado, la protesta di una coppia di anziani invalidi

2' di lettura
4791
EV

Appende striscioni di protesta nella casa cantoniera in piazzale della Libertà per protesta contro il degrado di un'abitazione ai limiti dell'agibilità.

È quanto accaduto ieri mattina nell'abitazione di Napoleone Varano, pensionato di 75 anni, che abita insieme alla moglie nella casa cantoniera situata in piazzale della Libertà, di fronte alla Rotonda a Mare, lungo la linea ferroviaria Rimini-Termoli. “No alla speculazione” e “E' ora di eseguire i lavori” sono le scritte che ieri campeggiavano a caratteri cubitali sulle finestre dell'abitazione.

“Nonostante i nostri reclami alla proprietà, le Ferrovie Real Estate s.p.a. e Ferservizi Polo territoriale di Ancona, poco o nulla è stato fatto – afferma Carlo Cardarelli, segretario regionale Unione Inquilini Marche- anzi, quasi a mo' di presa in giro e pur di far andare via i signori Varano, gli hanno proposto di andare ad abitare in un alloggio ad Ancona in via Vallemiano, messo anche peggio di questa casa cantoniera, e dove nessuno che abbia a cuore la salute altrui, oserebbe farli alloggiare”.

Ad impedire la messa in vendita della casa cantoniera senigalliese sarebbe un articolo del regolamento interno che impedirebbe la possibilità che l'alloggio possa essere venduto perchè dista meno di 4,5 metri da un binario di scambio. “Sul binario in questione non transitano treni al alta velocità ma solo vagoni che al massimo vanno a 25 km/h e per questo crediamo che tale articolo del regolamento possa essere rimosso da una semplice decisione del Cda della Real Estate, a meno che non ci siano altri appetiti sopra questa casa cantoniera -replica Cardarelli- questa abitazione infatti è situata in piazzale della Libertà, di fronte alla Rotonda, centro e cuore turistico di Senigallia e, di conseguenza, centro di interessi speculativi tutt'altro che secondari”.

Per cercare di sbloccare una situazione ferma da tempo, l'Unione Inquilini Marche annuncia un'azione legale contro la proprietà della casa cantoniera. “I signori Varano sono anche invalidi e la casa non può continuare ad essere abbandonata al proprio destino perchè è una costruzione storica che dovrebbe essere considerata patrimonio della collettività -prosegue Cardarelli- per smuovere la situazione, stiamo iniziando un'azione legale contro i dirigenti della Real Estate s.p.a. Per obbligarli all'esecuzione dei lavori di straordinaria manutenzione necessari per ristabilire le normali condizioni di abitazione della casa cantoniera e per garantire una conservazione più adeguata di quella attuale”.





Nelle foto la casa cantoniera e il signor Napoleone Varano.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 22 maggio 2007 - 4791 letture