contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Corinaldo: assolto Coppari dall’accusa di appropriazione indebita

1' di lettura
2285
EV

E’ stata questa la decisione presa dal tribunale di Senigallia sulla vicenda di Virgilio Coppari, rinviato a giudizio per un presunto caso di appropriazione indebita a carico di attrezzature di proprietà della discarica di Corinaldo.

L’ex gestore della discarica corinaldese infatti fra gli altri capi d’imputazione doveva rispondere anche dell’accusa mossa contro di lui dall’amministrazione comunale e dal sindaco Livio Scattolini. Nel passaggio di gestione della discarica comunale dalla società facente capo allo Coppari al nuovo gestore, Virgilio Coppari, dopo aver avvertito sia il nuovo gestore che il Comune, si era tenuto per sè le attrezzature dell’impianto di sorveglianza motivando la decisione col fatto che erano state acquistate dalla sua società.

Di diverso avviso il sindaco Scattolini, che aveva presentato querela contro Coppari ritenendo che le attrezzature fossero di proprietà del Comune. Ora il giudice ha ritenuto la denuncia infondata e ha prosciolto Coppari sottolineando la non sussitenza del reato. Il tribunale, dando ragione alla difesa dell’imputato, ha ritenuto che i beni fossero effettivamente di proprietà di Virgilio Coppari e dunque il Comune non poteva vantare alcun diritto.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 18 maggio 2007 - 2285 letture