contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Teatro Portone: si conclude la trilogia teatrale della IIIA del Perticari

2' di lettura
1845
EV

Con i “Dialoghi da una contemporaneità avviata alla catastrofe”, scritti da Donato Mori e Giulio Moraca, si conclude la trilogia teatrale della IIIA del liceo classico “Perticari”. (Venerdì 18 maggio ore 21,15 - teatro Portone)

da Giulio Moraca
Il filo sottile che collegava le due precedenti opere, “La spada e l’incenso” ambienta alla fine dell’antichità e “L’aureola e il triregno” inerente all’età rinascimentale, era costituito dall’insanabile contrasto fra la spiritualità da una parte e il potere politico e mondano dall’altra.
I “Dialoghi” affrontano una tematica analoga, ma, come suggerisce lo stesso titolo, si svolgono nel nostro mondo. Si tratta di una pungente satira contro certi ambienti della modernità, quali aziende ed università, presi di mira nella loro corruzione, ipocrisia e vuoto esistenziale.
L’opera, a differenza delle altre rappresentazioni in costume, presenta abiti moderni (minigonne, jeans a vita bassa ), musiche e balli da discoteca, con le belle ragazze del nostro tempo, e si presenta, nella trama, lieve e spumeggiante, ma risulta, ad una lettura più approfondita, impregnata di senso filosofico, con interi brani tratti dalle opere di Heidegger e del secondo Schelling.
E’ una dura contestazione, su un piano soprattutto esistenziale, all’epoca in cui ci troviamo a vivere.
La filosofia, come il teatro, è riflesso della storia, ma anche critica all’esistente.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 17 maggio 2007 - 1845 letture