contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Dalla maggioranza un appello allo Sdi per rientrare

2' di lettura
2233
EV

Il quadro politico senigalliese è sempre stato motivo molto vivace e sempre al passo con i tempi. Come maggioranza di centro sinistra abbiamo definito un grande risultato l'essere riusciti ad aggregare progressivamente tutta l'Unione intorno al progetto di governo della città avviato fin dal 2000 e guidato da Luana Angeloni, progetto che, pur con tutte le difficoltà, sta dando risultati importanti.

da Roberto Nocerino
Coordinatore centro-sinistra
Il progetto ha avuto una nuova spinta nel passaggio elettorale del 2005, la città ha ridato grande fiducia al sindaco e alla maggioranza tutta. L'avvio della nuova legislatura è stato contrassegnato da alcune tensioni di troppo tra i partiti della maggioranza e da fatti estranei alla politica (la perdita dell'Ass.reCerri) che non hanno aiutato a determinare il tasso di coesione necessario ad imprimere maggiore spinta all'azione di governo. Questa fase è stata superata e oggi il governo lavora in maniera spedita.

Nella fase più complessa dell'avvio della legislatura si è prodotto però uno strappo all'interno della maggioranza tale da determinare l'uscita dei Socialisti Democratici Italiani. Le ragioni che hanno determinato la frattura tra la maggioranza e una delle forze che ne hanno fatto parte fin dall'inizio, cioè lo SDI, pur compresibili, riteniamo non siano tali da continuare a determinare una situazione politicamente in contrasto con un quadro più complessivo, provinciale, regionale e nazionale in cui i socialisti di Boselli sono a tutti gli effetti parte integrante e attiva del centrosinistra.

Siccome riteniamo che le ragioni dello stare insieme siano di gran luna maggiori di quelle che hanno determinato la trattura senigalliese, e riteniamo altresì che nei socialisti, anche per il ruolo storico che nhanno svolto nella sinistra di queste città, ci siano idee e persone capaci di dare un contributo importante, come maggioranza e per il bene della città vorremmo poter contare in una ricomposizione de quadro politico che è alla base del progetto di governo che stiamo portando avanti.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 16 maggio 2007 - 2233 letture